Sondrio , 14 settembre 2018   |  

Milano prima morte per eroina sintetica

L'ultimo decesso risale a lunedì, sempre a Rogoredo. A perdere la vita, questa volta, un ragazzo di 25 anni, magari anche lui per l'uso di queste nuove droghe - dichiara l'assessore De Corato

drogas sinteticas lr21 e

Riccardo De Corato, assessore alla Sicurezza, Immigrazione e Polizia locale di Regione Lombardia commenta la notizia, diffusa giovedì 13 Settembre dai media, della morte di un trentanovenne nell'aprile 2017 a Milano a causa dell'assunzione della nuova eroina sintetica.

«Non chiamiamolo più 'boschetto della droga', ma 'obitorio a cielo aperto' dove si puo' morire anche sperimentano droghe nuove, come anche quelle contenenti benzene. L'ultimo decesso risale a lunedì, sempre a Rogoredo. A perdere la vita, questa volta, un ragazzo di 25 anni, magari anche lui per l'uso di queste nuove droghe - dichiara l'assessore De Corato. Come assessorato ho voluto far inserire nel futuro patto sulla sicurezza, che andremo presto a firmare con il Ministero dell'Interno, alcune misure necessarie per contrastare i problemi del 'boschetto di Rogoredo'. In attesa della firma del protocollo, pero', bisogna cominciare ad intervenire - aggiunge l'assessore alla Sicurezza. Blitz sporadici non servono a niente. La riprova è il continuo spaccio e le morti che si susseguono. Servono subito misure drastiche: una pulizia totale dagli arbusti che servono da rifugio per spacciatori e drogati, in modo da rendere l'area controllabile, il posizionamento di generatori che illuminino la zona a giorno e una vigilanza h24 da parte dell'esercito e delle forze dell'ordine. Per Milano è uno sfregio pensare che spacciatori, per lo più extracomunitari irregolari, stiano vendendo dosi mortali, nella più completa libertà»

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

22 Settembre 1499 con il trattato di Basilea la vecchia Confederazione, che ha dato origine alla Svizzera, diventa uno stato indipendente.

Social

newFB newTwitter