Sondrio, 26 giugno 2017   |  
Società   |  Chiesa

Mobilitazione per un monastero di clarisse in Rwanda

Molti Uffici missionari diocesani presenti nel Paese africano invitati a raccogliere fondi

aaavcmskfrepr882x2

Scolari rwandesi sostenuti da associazioni cattoliche italiane e da volontari valtellinesi

L'Associazione Kwizera onlus, da tre lustri attiva in Rwanda in attività di promozione e sviluppo sociale, ha dato vita al progetto Non di solo pane vive l'uomo .....per sostenere l'aspirazione delle clarisse di Kamonyi a realizzare un nuovo monastero a Nyinawimana nella diocesi di Byumba​.

L'iniziativa è illustrata nel post che potrete leggere cliccando qui.

Il progetto è stato portato all'attenzione di tutte le Associazioni italiane attive in Rwanda e, tra gli altri, agli Uffici missionari delle diocesi di Milano, Torino, Verona, Como, Brescia, Trento e Lucca tramite l'allegata lettera. 

​Grati per l'attenzione che vorrete dare a questa nostra iniziativa, porgiamo cordiali salu

 

 

 

Non di solo pane vive l'uomo....

Cari amici,

il comune impegno in Rwanda, che ci vede operare fianco a fianco in modo particolare nella diocesi di Byumba,  ognuno con  proprie specificità ed ambiti d'intervento, ci incoraggia a proporre alla vostra  attenzione il progetto Non di solo pane vive l'uomo..., di cui troverete un’ampia illustrazione cliccando qui.

Di fronte all'appello delle clarisse di Kamonyi, intenzionate a dare vita a un nuovo monastero sulla collina di Nyinawimana, che accolga le sempre più numerose vocazioni claustrali che sorgono in terra rwandese,  abbiamo fatto nostro l'autorevole sollecitazione di un grande figlio dell'Africa, il card. Robert Sarah,  quando dopo aver sottolineato l’impegno di tante organizzazioni come le nostre “nella risoluzione delle situazioni di povertà materiale” ricorda che “l’uomo non vive di solo pane",  e conseguentemente bisogna " incoraggiare a continuare a costruire chiese e seminari e a fornire aiuti per la formazione di sacerdoti, religiosi, religiose e seminaristi”. 

 

Per questo la nostra Associazione Kwizera onlus, che proprio sulla collina di Nyinawimana ha dato vita a diverse iniziative, a partire dal terrazzamento della collina,   propone ai tanti benefattori che operano nella diocesi di Byumba di dare vita a un progetto unitario che consenta, attraverso la destinazione di ​una quota minima delle somme che annualmente ognuno porta in Rwanda, di dare concretezza a un progetto impegnativo come la realizzazione del nuovo monastero. 

Per l'anno in corso, la nostra Associazione ha destinato al progetto una somma pari al 5% dei fondi destinati al Rwanda. Siamo confidenti che questo nostro esempio  possa essere da Voi condiviso, in modo che il piccolo contributo di ognuno possa consentire a far fronte a un impegno finanziario importante.

 

Se questo appello incontra la  Vostra condivisione potrete segnalare la Vostra  disponibilità prendendo contatto con la priora della comunità di Kamonyi, Madre M. Letizia,  all’indirizzo: clarisseskamonyi@yahoo.fr.

 

Vogliate accogliere i migliori saluti.

 

Associazione Kwizera onlus 

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

21 Luglio 1927  ad Adenau (Germania) Alfredo Binda vince il 1º Campionato del mondo professionisti di ciclismo. I primi posti sono tutti italiani: seguono Binda Costante Girardengo, Domenico Piemontesi e Gaetano Belloni

Social

newFB newTwitter