Valdidentro, 08 luglio 2019   |  

Musica e folklore in Valdidentro con la rassegna bandistica

Giunta alla XVII edizione, la Rassegna Bandistica di Valdidentro continua a suscitare tanta attesa e curiosità.

rassegna bandistica 2019 locandina

Il tradizionale appuntamento musicale di metà luglio, ogni anno raccoglie consensi grazie alla varietà di generi proposti e al grado di coinvolgimento che riesce ad innescare tra il pubblico presente.

Il prossimo weekend, 13 e 14 Luglio, sette bande provenienti da diverse zone del Nord Italia e dalla Germania giungeranno in Valdidentro per dare vita ad una nuova entusiasmante edizione, unendosi alla Banda Santa Cecilia di Valdidentro, gruppo locale organizzatore della manifestazione.

Questi i gruppi partecipanti: Banda Musicale “S.Giorgio” di Castel Condino da Trento; Majorettes “Le Orchidee” da Parma; Blaskapelle “Alpenblech” da Monaco di Baviera; Marchin Band “General Vincent” da Torino; Corpo Bandistico Musicale “La Cittadina” di Turbigo; Fanfara Bersaglieri “C. Valotti” di Orzinuovi da Brescia; Banda Sociale di Tione da Trento.

Quest’anno la Rassegna prenderà il via con una novità: sabato 13 Luglio, a partire dalle 11.30 presso il Centro Sportivo di Isolaccia verrà allestito uno sfizioso aperitivo in musica, mentre alle 14.00 è in programma la Festa della Birra, allietata dalla musica degli “Alpenblech”. In serata l’appuntamento si sposta al Polifunzionale Rasin, con il concerto alle 20.45 e a seguire una divertente serata danzante per tutti.

Domenica 14 Luglio l’evento entra nel vivo con la tradizionale sfilata in via Lungo Viola alle ore 10.00 e la grande festa in località Rasin. Un momento davvero folcloristico e suggestivo, in cui sonorità, stili e generi differenti si incontrano per creare uno spettacolo unico, arricchito anche dagli scenografici costumi tipici. Il programma prosegue poi con altre esibizioni musicali e il pranzo aperto a tutti presso il Polifunzionale.

 

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

20 Agosto 1968 duecentomila soldati del Patto di Varsavia e 5.000 carri armati, invadono la Cecoslovacchia per porre fine alla Primavera di Praga

Social

newFB newTwitter