Sondrio , 08 ottobre 2020   |  

Olimpiadi 2026, Sondrio, oltre 1 mld per il territorio

Governo e Regione Lombardia per le Olimpiadi invernali Milano-Cortina 2026 investirà fondi sul territorio valtellinese per opere e infrastrutture

slide olimpiadi page 0005

Oltre un miliardo di euro messo in campo da Governo e Regione Lombardia per le Olimpiadi invernali Milano-Cortina 2026. Il Governo impegna 473 milioni di euro, la Regione - con il 'Piano Lombardia' - ne mette a disposizione 574. Di questi, 134 milioni sono destinati alle opere prioritarie del territorio. E ben 55 milioni sono gia' disponibili.

I dati sono stati resi noti nel corso dell'incontro che si e' svolto nella sede della Provincia di Sondrio con gli assessori regionali Claudia Maria Terzi (Infrastrutture, Trasporti e Mobilita' sostenibile) e alla Montagna e a Enti locali, Massimo Sertori (Enti locali, Montagna e Piccoli Comuni). Presente anche il sottosegretario alla Presidenza della Regione Lombardia con delega ai Grandi eventi sportivi, Antonio Rossi.

Sono intervenuti, tra gli altri, i sindaci dell'Alta Valtellina, il presidente della Provincia di Sondrio Elio Moretti e della Comunita' montana Alta Valtellina Filippo Compagnoni.

Il Decreto ministeriale prevede l'elenco delle opere suddivise per opere essenziali connesse e di contesto. Quelle essenziali, in particolare, godono dei finanziamenti previsti dalla Legge 160 del 2019 che per la parte lombarda mette a disposizione 473 milioni di euro. Il Decreto verra' emanato d'intesa con le Regioni, sentiti gli Enti territoriali interessati mediante il coinvolgimento del Cal (Consiglio delle Autonomie locali).

Regione Lombardia attraverso il cosiddetto 'Piano Lombardia', fortemente voluto dal presidente Fontana, ha messo in campo 574.843.611 di euro per il potenziamento infrastrutturale e per il miglioramento della mobilita' di accesso alle zone interessate dall'evento.

"Abbiamo scelto Sondrio, dunque la Valtellina - ha commentato l'assessore Terzi - per annunciare l'impegno di Regione che si concretizza con gli ingenti stanziamenti del 'Piano Lombardia'. Mettiamo in campo risorse davvero importanti, al pari a quelle dello Stato. Le Olimpiadi sono un'occasione davvero unica per realizzare interventi molto attesi dal territorio. L'obiettivo e' efficientare la mobilita' in particolare sugli assi viari e ferroviari che conducono ai siti olimpici. Occorre che il Governo dia la possibilita' di prevedere procedure rapide e semplificate affinche' le opere siano realizzate nei tempi previsti".

"Quelli di oggi inerenti alle Olimpiadi Invernali 2026 - ha spiegato l'assessore Sertori - sono incontri costruttivi che vedranno la Provincia di Sondrio protagonista . Attraverso un lavoro importante frutto di un confronto fatto con gli amministratori dell'Alta Valtellina, sono state raccolte proposte inerenti la viabilita', l'infrastrutturazione e il miglioramento impiantistico. E' stato concordato il quadro complessivo delle risorse necessarie da destinare alle opere prioritarie anche in termini di viabilita'. Si tratta di un pacchetto di interventi di 134 milioni di euro che vanno perfezionati per gli aspetti progettuali e di inserimento nel territorio. Tra questi a breve verranno selezionati quelli che ricadranno nel finanziamento di 55 milioni, gia' disponibili dal 'Piano Lombardia', tenendo conto delle verifiche gia' condotte sulla fattibilita'". "Su questi verranno sviluppati i cronoprogrammi. Siamo convinti - ha concluso Sertori - della bonta' di questo evento che abbiamo fortemente voluto e ora, con la certezza dei fondi, dobbiamo lavorare per arrivare pronti all'evento".

"Questa vetrina internazionale - ha commentato il sottosegretario Antonio Rossi - portera' risvolti positivi per tutto il territorio lombardo anche in termini di presenze turistiche. Tutti i soggetti chiamati in causa si impegneranno al massimo per accelerare le attivita' di progettazione e completare le opere nei tempi previsti".

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

23 Ottobre 1956 migliaia di dimostranti ungheresi protestano contro le influenze e l'occupazione sovietica della loro nazione (la Rivoluzione ungherese verrà stroncata il 4 Novembre)

Social

newFB newTwitter