Sondalo , 08 ottobre 2020   |  

Ospedale Morelli, nuova Tac oltre 30 prestazioni al giorno

A Morbegno è in funzione un apparecchio acquistato nel 2019 che ha consentito di triplicare gli esami

Tac Sondalo 1

Nei giorni scorsi è entrata in funzione ed è pienamente operativa la Tac di ultima generazione appena installata all'Ospedale di Sondalo: esegue oltre trenta prestazioni al giorno per soddisfare le esigenze interne, quelle ambulatoriali e le urgenze. Costata 320 mila euro, è in grado di acquisire un elevatissimo numero di immagini diagnostiche in tempi estremamente brevi: qualità e velocità di esecuzione sono fondamentali ad esempio quando è necessario accertare eventuali alterazioni su parti del corpo estese. Per il Morelli si tratta di un'innovazione importante che rafforza l'operatività diagnostica nei termini di accuratezza nell'acquisizione delle immagini e di velocità nell'esecuzione delle singole procedure garantendo un servizio ottimale ai pazienti ricoverati, agli utenti degli ambulatori e ai casi urgenti del Pronto Soccorso.

La Tac in uso fino a pochi giorni fa a Sondalo, acquistata nel 2019 e anch'essa evoluta dal punto di vista tecnologico, è stata installata presso il Presidio ospedaliero territoriale di Morbegno per sostituire l'apparecchio obsoleto. Un miglioramento evidente che si manifesta nell'incremento degli esami eseguiti ogni giorno, addirittura triplicati grazie alla nuova Tac, che soddisfano le richieste dei reparti e degli utenti che accedono al Pot. Una macchina adeguata alle esigenze del Presidio, veloce e performante. ≪Con l'acquisto della Tac di ultima generazione per il Morelli e il trasferimento di quella in uso dal 2019 a Morbegno - sottolinea il direttore generale Tommaso Saporito - abbiamo completato il progetto avviato un anno fa per dotare l'Ospedale di Sondalo e il Pot di Morbegno di due apparecchiature idonee a soddisfare le esigenze dei rispettivi bacini d'utenza, migliorando notevolmente la diagnostica≫.

I reparti di Radiologia dei presidi dell'Asst, diretti dal dottor Massimo Piliego, possono contare sulla presenza fissa di medici e tecnici: ogni anno vengono eseguite circa 180 mila indagini diagnostiche, tra cui quasi trentamila Tac. Dopo la lunga sospensione dei servizi non urgenti durante la fase acuta dell'emergenza sanitaria, dalla riapertura delle liste per accedere alle prestazioni, l'impegno di medici, tecnici e infermieri si è intensificato con l'obiettivo di recuperare l'arretrato e consentire a tutti gli utenti di eseguire gli esami richiesti.

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

23 Ottobre 1956 migliaia di dimostranti ungheresi protestano contro le influenze e l'occupazione sovietica della loro nazione (la Rivoluzione ungherese verrà stroncata il 4 Novembre)

Social

newFB newTwitter