Sondrio, 08 marzo 2018   |  
Economia   |  Cronaca

Per Factorit l'esercizio 2017 chiude in positivo

Con 13,2 miliardi di crediti intermediati crescono i volumi per la società controllata da Banca Popolare di Sondrio

habfactorit 1 300x175

Mercoledì 7 marzo 2018 si è tenuto a Milano il Consiglio di amministrazione di Factorit S.p.A., società appartenente al Gruppo bancario Banca Popolare di Sondrio, che ha esaminatoe approvato i risultati di bilancio per l’esercizio 2017. Questi saranno sottoposti all’approvazione dell’Assemblea degli azionisti convocata per il prossimo 13 aprile.

Positivi i risultati commerciali di Factorit S.p.A., società appartenente al Gruppo bancario Banca Popolare di Sondrio, il cui Consiglio di amministrazione mercoledì 7 Marzo ha esaminato e approvato i risultati di bilancio per l’esercizio 2017 la cui ratifica è attesa il 13 Aprile, giorno di convocazione dell'Assemblea degli azionisti.

Il volume dei crediti ceduti nel corso del 2017 è stato di 13.244,6 milioni di euro (+27,2% rispetto al 2016) e posiziona la Società al quarto posto tra gli operatori del settore. L’operatività in pro-soluto è stata del 63,4%.

Al 31/12/2017 il monte crediti in essere ammontava a 3.062,8milioni di euro (+10,5%) e l’importo puntuale degli impieghi – costituiti dai finanziamenti a sostegno della clientela – era di2.406,6 milioni di euro (+9,4%). Continua a migliorare anche la qualità dei crediti: nel 2017 lo scaduto è passato al 9,1% dal 10,6% del 2016.

Il margine di intermediazione si è attestato a 44,2 milioni di euro, di cui il 46,8% derivanti da commissioni e il 53,2% da margine di interessi. Il rapporto cost/income è stato pari al -45,5%. L’utile netto d’esercizio è stato di 15,1 milioni di euro.

Anche nel 2017 è stato determinante il contributo espresso dalle banche azioniste, il cui apporto ai volumi di turnover è stato pari a 5.077,1 milioni, al quale la Capogruppo – Banca Popolare di Sondrio – ha contribuito per 3.132,6 milioni.L’import factoring – generato prevalentemente dai rapporti con i corrispondenti internazionali della catena FCI (FactorsChain International) – è stato pari a 665,2 milioni, mentre le operazioni export hanno raggiunto i 2.508,8 milioni di euro. Il numero di documenti “lavorati” – vale a dire le fatture cedute dai clienti, a fronte delle quali Factorit eroga servizi di finanziamento, gestione e garanzia – supera gli 1,5 milioni.

Per il 2018 sono confermate le previsioni di crescita dell’azienda, in linea con il più ampio contesto di miglioramento dell’economia del paese; l’attività continuerà a perseguire la stretta collaborazione con le banche azioniste, per sostenere con prodotti finanziari qualificati le imprese italiane.

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

17 Giugno 1905 il primo dirigibile italiano, l'Aeronave Italia, si alza in volo da Schio (Vicenza)

Social

newFB newTwitter