Sondrio , 06 ottobre 2018   |  

Progetto Alfa in campo contro i tumori femminili

L'Associazione con il patrocinio di Univale onlus e Ats Lombardia, aderisce alla campagna di sensibilizzazione ai tumori che colpiscono le donne che si svolge, ogni anno, nel mese di Ottobre, organizzando una serie di eventi incentrati su figure femminili della letteratura valtellinese

received 274688519839534

Progetto Alfa, con il patrocinio di Univale onlus e ATS Lombardia, aderisce alla campagna di sensibilizzazione ai tumori che colpiscono le donne che si svolge, ogni anno, nel mese di Ottobre.

Organizzando in questa occasione  diversi eventi in cui l’Associazione si tingerà di rosa, per dare spazio all’universo femminile. Il primo incontro è fissato per giovedì 11 Ottobre alle ore 17.30, presso la Sala delle Acque del BIM (Bacino Imbrifero Montano).

Progetto Alfa propone un incontro per la riscoperta della pittrice Vittoria Ligari, donna valtellinese, la cui tenacia può essere d’esempio e modello per le donne che devono lottare contro una prospettiva di vita avversa. Figlia primogenita del pittore valtellinese Pietro Ligari, e sorella di Cesare Ligari, sin dalla sua infanzia si affaccia al mondo della pittura seguendo le orme del padre, con il quale collabora realizzando, per suo conto, diversi dipinti di pregio.

Essendo donna, non ha potuto godere della considerazione riservata ai suoi colleghi uomini, compresa la prerogativa di poter firmare le sue opere, che ha reso difficile comprendere dove termina la mano del padre e dove continua la mano della figlia in alcuni dipinti. Legata al padre e poi al fratello, Vittoria, quando può agire in autonomia, offre prove di notevole livello, sia che si tratti di dipingere soavi Madonne sia quando le vengono commissionate grandi pale d'altare.
Progetto Alfa ha voluto riscattare questa donna, esemplare per la sua forza, coerenza e costanza, creando una pagina su Wikipedia ove erano già presenti il padre Pietro e il fratello Cesare, ponendo una targa commemorativa a Lanzada, custode dell’unica sua pala autografa e realizzando il documentario “figli della stessa arte” (inserito nel catalogo della biennale di Venezia) che sarà proiettato nel corso della conferenza di giovedì 11. Ospiti d'eccezione saranno il restauratore Giorgio Baruta e lo storico Simon Pietro Picceni.

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

16 Ottobre 1986 Reinhold Messner raggiunge la vetta del Lhotse (Nepal) e diventa il primo uomo ad aver scalato tutte le quattordici vette che superano gli 8000 metri

Social

newFB newTwitter