Chiavenna, 16 aprile 2018   |  

Regione Lombardia massima allerta per Frana San Giacomo

Nella prima seduta di Giunta deliberati 33,5 milioni di euro per supportare i Comuni in difficoltà ad affrontare l'"Equilibrio di Bilancio" imposto dal Patto di stabilità ed elevata attenzione per la frana di San Giacomo Filippo in Valchiavenna

attilio fontana 1030x615

Stamane, lunedì 16 Aprile,  il presidente di Regione Lombardia Attilio Fontana insieme Pietro Foroni, assessore al Territorio e Protezione Civile e all'assessore al Welfare di Regione Lombardia, al Bilancio, Finanza e Semplificazione Davide Caparini, hanno reso noto alcuni provvedimenti approvati nella seduta odierna di Giunta.

Deliberati 33,5 milioni di euro per venire incontro alle esigenze che il vecchio 'Patto di stabilita'' impone ai Comuni che pertanto si trovavano nell'impossibilità di affrontare investimenti anche su questioni molto sensibili come le opere di prevenzione del dissesto idrogeologico o di edilizia scolastica.

A questi si aggiungono ulteriori 400.000 euro destinati ai Consorzi di bonifica. In base all'accordo con Anci, l'Associazione Nazionale Comuni Italiani, della Lombardia, inoltre a Settembre, aggiunge il Presidente si è programmato di stanziare altre risorse L'assessore al territorio e Protezione Civile della Regione Lombardia Pietro Foroni ha parlato sulla situazione relativa alla frana che ha interessato la Valchiavenna. Da venerdì la zona è sotto monitoraggio la situazione della parete del Gallivaggio in Valchiavenna. Nono risultano danni alle persone ma, a causa della frana, si trovano in parziale isolamento circa 1500 persone. Sono state eseguite opere di disgaggio lungo la parete al fine di eliminare quella parte di roccia piu' fragile e che rischiava di cadere da un momento all'altro.

La Direzione generale Territorio e Protezione Civile di Regione Lombardia sarà presente oggi pomeriggio alle 15 alla riunione convocata in Prefettura a Sondrio in cui saranno resi noti gli esiti dei sopralluoghi in corso in queste ore nell'area di Gallivaggio. La strada è stata aperta in una fascia ieri sera, domenica 15 Aprile e questa mattina e si sta lavorando affinché siano estese a tre le fasce orarie in modo siano incluse le ore della pausa pranzo oltre a quelle mattutine e serali che consentono ai residenti di poter andare sui posti di lavoro. E' stato organizzato anche un servizio sanitario con presidio H24 presso le comunità isolate. Sul posto è presente, ha precisato il presidente Fontana, Massimo Sertori, assessore regionale agli Enti Locali, montagna e piccoli comuni.

Il monitoraggio della parete del Gallivaggio è attivo dal 2011, con una serie di misure radar periodiche. Successivamente, in relazione ad apposita richiesta di Regione Lombardia, è stato attivato da parte del Centro di Monitoraggio Geologico di Sondrio il monitoraggio in tempo reale della parete. Nella tarda primavera del 2017 si è registrato un fenomeno di caduta massi che ha portato a un pronto intervento con un potenziamento della rete paramassi gia' esistente e a finanziare un'opera più strutturale di ampliamento del vallo e opere accessorie.

Lo studio tecnico scientifico realizzato in autunno dal Prof.Cancelli a supporto della progettazione ha evidenziato come per questa tipologia di frana sia molto difficile stabilire soglie e conseguenti scenari di rischio. Lo scorso anno, ricorda l'assessore Foroni, Regione ha stanziato 2 milioni di euro a favore della Comunità Montana della Valchiavenna, individuata quale ente attuatore per lo sviluppo della progettazione e la realizzazione delle opere di difesa attiva e passiva a completamento del vallo esistente a protezione della Strada Statale, del Santuario e degli edifici annessi. Dei fondi impegnati un milione di euro è stato erogato a inizio 2018 di cui 480.000 euro utilizzati per la realizzazione di un primo stralcio urgente per la messa in sicurezza della porzione di parete più attiva. Nelle giornate di sabato e domenica ci sono state due riunioni con gli Enti Territoriali, in virtù delle quali è stato deciso di aprire la strada tra le 19.00 e le 20.30 di domenica 15 Aprile e le 06.00 e le 08.00 di oggi lunedì 16 Aprile previo aggiornamento sui movimenti della parete da parte del CMG Sondrio.

La Sala Operativa della Protezione Civile della Regione Lombardia continua a monitorare la situazione costantemente e a mantenersi in contatto con gli Enti Territoriali

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

20 Aprile 1926 la Western Electric e la Warner Bros annunciano l'ideazione del Vitaphone, un processo per aggiungere suoni ai film

Social

newFB newTwitter