Sondrio , 05 ottobre 2017   |  

Riforma sanitaria: ecco chi si prenderà cura dei malati cronici

Saranno 294 i soggetti suddivisi tra cooperative di medici, pediatri, Irccs pubblici e privati che si prenderà cura dei pazienti cronici che non dovranno per visite mediche o esami attendere in lista d'attesa o in mancanza del proprio medico affrontare lunghe file al Pronto Soccorso

malati cronici e patolgie rareesenzioni da rinnovare entro il 31 2bce9634 fb09 11e4 9d12 1428b26a9a9f 998 397 big story detail

Resi noti, dall'assessore al Welfare di Regione Lombardia,  i candidati  per la presa in carico dei 3 milioni di pazienti cronici lombardi che hanno deciso di affiancare Regione Lombardia nella grande sfida di migliorare la loro condizione di vita. 

In tutto sono 294 i soggetti, tra cooperative di medici di Medicina generale e pediatri di libera scelta, Asst, Irccs pubblici e privati, Asp, strutture sanitarie, sociosanitarie, e sanitarie e sociosanitarie e associazioni che si sono candidati e che le nostre 8 Ats hanno giudicato idonei. C'èstato anche un incremento del 3 per cento delle candidature dei medici di Medicina generale, ai quali avevamo concesso tempo fino al 30 Settembre. Siamo passati dal 45 al 48 per cento con 2.575 medici di famiglia che hanno deciso di essere protagonisti della riforma. Voglio precisare che in 5 Ats le percentuali superano il 50 per cento: Bergamo 57 per cento, Brescia del 52 per cento, Brianza e della Montagna del 72 per cento, fino al grande consenso dell'Ats Valpadana con il 79 per cento.

Questa grande rete di gestori che si prenderà cura dei  pazienti, formata tra gli altri da 41 cooperative di Mmg (Medici di Medicina Generale) e Pls (Pediatra di libera scelta), 27 Asst, 5 Irccs pubblici, 3 Asp, 15 Irccs privati, e numerose strutture sanitarie e sociosanitarie accreditate e contrattualizzate,  consentirà di fornire un servizio eccellente e di evitare che persone, già provate dalla malattia, siano lasciate sole.

Oltre all'idoneità dei gestori è stata verificata anche quella di 1072 erogatori. Ora ogni Ats invierà l'elenco degli erogatori, selezionati in base alla prossimità territoriale, alle cooperative di Mmg che entro il 30 Ottobre dovranno stipulare delle convenzioni con quelle scelte per costruire la filiera della presa in carico.

Entro la fine dell'anno  partiranno, dunque, le lettere ai pazienti cronici che potranno immediatamente dopo presentarsi al gestore scelto per sottoscrivere il Patto di cura e stilare il Piano di assistenza individualizzato(Pai). Cosi' inizierà, finalmente il loro percorso di cura senza che debbano più preoccuparsi di prenotare visite o esami, adeguarsi a lunghi tempi di attesa o peggio ancora dover ricorrere ai Pronto soccorso durante i giorni festivi.

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

17 Ottobre 1979  Madre Teresa di Calcutta riceve il Premio Nobel per la pace

Social

newFB newTwitter