Albosaggia, 21 agosto 2019   |  

Ritorna l'evento musicale “Suoni delle Orobie”

Il concerto “Suoni delle Orobie”, con pranzo tipico ritorna al lago della Casera, domenica 1° Settembre

casera

Dopo una pausa forzata di due anni, imposta dal maltempo, l’evento musicale in quota “Suoni delle Orobie”, concerto con pranzo tipico al Lago della Casera, in calendario domenica 1° Settembre alle 15.00.

Non a caso programmato sul finire dell’estate, quando la stagione degli alpeggi volge al termine, la giornata organizzata da Fondazione Albosaggia e Comune di Albosaggia, con il sostegno di BIM (Bacino Imbrifero Montano)  e Parco delle Orobie Valtellinesi, celebra la vita che scorre in alta montagna dove l’armonia, prima ancora che nell’esecuzione degli artisti, è già nei ritmi della natura, nei quotidiani riti che da secoli si rinnovano accomunando uomini e animali.

Con lo sfondo del lago, circondato dal suo splendido anfiteatro naturale, quest'anno, per la prima volta, verrà proposta anche la lettura di poesie in dialetto e di brani tratti dalle opere di autori locali.

Si esibiranno quindi il pianista Francesco Romeri e la cantante Angelica Travaglia, entrambi di Albosaggia e vincitori del concorso Giovani Talenti del BIM ed il gruppo musicale di Bergamo "I Cornamusici" che, con strumenti tradizionali (baghét - detto anche cornamusa delle Alpi, gaite galiziane, fisarmonica, chitarra e percussioni), eseguiranno brani tradizionali tratti dal repertorio di danze popolari di alcuni paesi europei in cui sono suonate le cornamuse."

Per il pranzo, che sarà servito alle 12,30 dai ragazzi dello SPAH, è consigliata la prenotazione ai seguenti riferimenti: "info@fondazionealbosaggia.it cell. 392 9289046"

Per l'occasione, in via eccezionale, il Comune di Albosaggia ha deciso l'apertura temporanea al transito della strada montana che da San Salvatore conduce al lago della Casera: il tratto sarà percorribile con mezzi adatti (fuoristrada) per tutta la giornata dell'evento.

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

13 Dicembre 1294 papa Celestino V abdica, compiendo il dantesco Gran Rifiuto

Social

newFB newTwitter