Milano, 10 giugno 2017   |  

A scuola per imparare lo sport

"A scuola di sport" vivrà la sua quarta edizione con la disponibilità, tra 2017 e 2018, di un milione di euro

a scuola e sport

'A scuola di sport' vivrà  la sua quarta  edizione con la disponibilità, tra 2017 e 2018, di 1 milione di euro. Così  l'assessore allo Sport e Politiche per i giovani di Regione Lombardia Antonio Rossi commenta la delibera approvata venerdì 8 Giugno, in Giunta.  Su proposta dell'assessore Rossi, di concerto con Giulio Gallera (Welfare) e Valentina Aprea (Istruzione, Formazione e Lavoro), la Giunta ha dato il via libera allo schema di accordo tra Regione, Ufficio scolastico regionale, Coni Lombardia, Cip (Comitato Italiano Paralimpico) Lombardia e Anci Lombardia con cui si prevede anche l'attuazione del relativo modello progettuale e organizzativo.

Questo progetto è la prosecuzione del virtuoso, e apprezzato dal territorio, progetto di 'A scuola di sport-Lombardia in gioco' per cui abbiamo destinato una dotazione finanziaria idonea, 1 milione, per garantire a più scuole e classi possibili la possibilità di partecipare all'iniziativa. Per venire incontro alle direzioni didattiche e ai Comuni interessati al progetto abbiamo poi deciso di anticipare i tempi di adesione al progetto, entro il 6 Luglio, per permettere una gestione della programmazione più efficace e partire con i progetti nelle scuole non oltre metà ottobre.

Si tratta di un progetto  di educazione motoria pensato per la scuola primaria allo scopo di promuovere lo sport anche come strumento di educazione e formazione della personalità, di prevenzione e tutela della salute e orientamento a corretti stili di vita. La delibera promuove la cultura del moto e dello sport fin dalle prime classi e rappresenta una buona prassi a favore dei bambini e delle famiglie lombarde.

Complessivamente, per questa misura, viene stanziato 1 milione, di cui 300.000 euro nel 2017 e 700.000 nel 2018. 50.000 euro sono destinati alla Facoltà di Scienze Motorie, 20.000 euro al Coni Lombardia per le attività promozionali e 930.000 euro per il pagamento degli esperti.

E' stata coinvolta anche la  Facoltà di Scienze Motorie individuata dal Coni Lombardia per l'attività di monitoraggio garantendo a questa proposta il mantenimento dei livelli alti di qualità e di gradimento registrati nei primi tre anni di azione. L'ultimo anno, il 2016/2017, abbiamo coinvolto 174 istituti scolastici
distribuiti su tutte le province lombarde, 3986 classi e 87.763 alunni, 311 esperti di educazione motoria e 16 tutor supervisori.

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

20 Agosto 1968 duecentomila soldati del Patto di Varsavia e 5.000 carri armati, invadono la Cecoslovacchia per porre fine alla Primavera di Praga

Social

newFB newTwitter