Sondrio , 09 ottobre 2017   |  

Rugby: Novara batte Sondrio

Giornata agrodolce quella della Sertori, che alla fine di una gara molto combattuta vede sfumare la prima vittoria stagionale negli ultimi minuti di gioco.

sertori archivio

Foto d'archivio

Nonostante la sconfitta subita è da evidenziare però che nonostante varie assenze importanti (Schenatti Marco, Sole, Pontiggia e Mantelli) i valtellinesi sono comunque riusciti ad imporre, a tratti, il proprio gioco ed a portare a casa due preziosi punti, frutto del bonus difensivo ed offensivo.

La partita è sembrata mettersi bene  i sondriesi, che al quarto minuto sono andati in meta con Colli sfruttando una superiorità numerica all’ala. I padroni di casa non hanno però aspettato molto a replicare, schiacciando l’ovale in mezzo ai pali al 7° dopo una serie di “pick and go” ed allungando nuovamente con un calcio piazzato al 15°. A pareggiare i conti è stato Silvestri che con una ripartenza veloce ha spiazzato la difesa dei piemontesi riportando pari il punteggio. La prima frazione si è chiusa con Novara che, sfruttando al meglio l’abilità del suo numero 10, ha staccato i biancazzurri con due drop, rispettivamente al 30° e al 33°. Parziale di 16 a 12 per i padroni di casa.

Alla ripresa i piemontesi mettono subito a segno altri punti al 42° con l’ennesimo drop in mezzo ai pali. La Sertori ha però voglia di portare a casa il risultato e si vede. Al 49° i valtellinesi entrano in meta con il pacchetto di mischia, replicando al 52° con un’azione manovrata che porta in meta Moretti ed infine al 54° a schiacciare la palla in mezzo ai pali è Marazzi. La partita sembra ormai risolta con un risultato parziale di 19 a 31 per gli ospiti, ma i novaresi non si danno per vinti e accorciano segnando una meta al 59°. I valtellinesi calano e Novara sale in cattedra, segando nuovamente al 67° e mettendo i valtellinesi fuori dai giochi con un calcio piazzato al 78°.

Dal punto di vista tecnico la Sertori è ancora un cantiere aperto, molte assenze e vari giocatori nuovi non hanno permesso agli allenatori di trovare il giusto equilibrio e la squadra è ancora in fase di rodaggio. Nonostante ciò la mischia dei valtellinesi ha retto nel complesso bene nonostante fosse molto più leggera di quella dei padroni di casa. Nelle rimesse laterali i biancazzurri si sono dimostrati in crescita e gli errori sono stati ridotti ai minimi termini. Il gioco aperto ha iniziato a dare alcuni segnali importanti, con tre mete frutto di azioni manovrate sulla trequarti. Da notare è anche come a fare la differenza sono stati i punti al piede, i ragazzi guidati da Gorla ed Enache sono andati a segno 5 volte contro le 3 degli avversari. La sensazione generale è quella che ad oggi il principale problema dei sondriesi sia legato all’eccesiva foga che porta ad analizzare male alcune situazioni di gioco, con un po’ più di disciplina ed attenzione c’è la netta sensazione che i risultati non tarderanno ad arrivare.

Formazione: Di Clemente, Guizzardi (67° Pettinato), Zampelli, Silvestri, Colli, Del Dosso, Schenatti L. (67° Baldini), Della Cristina, Marazzi, Volontè (74° Giacobbi), Rastelli (40° De Luca), Moretti, Crapella (40° De Simone), Ciapponi (64° Amonini), Azzalini (70° Spandri).
Marcatori: 4° meta Colli, 7° meta Novara trasformata, 15° CP Novara, 17° meta Silvestri trasformata Colli, 30° drop Novara. 33° drop Novara; 42° drop Novara, 49° meta mischia trasformata Colli, 52° meta Moretti trasformata Colli, 54° meta Marazzi, 59° meta Novara trasformata, 67° meta Novara trasformata, 78° CP Novara.
Risultati: Monferrato – Amatori Capoterra 46-8; Cus Milano – Lumezzane 17-15; Biella Rugby – Lecco 25-0; Piacenza – Bergamo 52-8; Novara – Sondrio 36-31; Amatori Alghero – Amatori & Union Milano 38-0

Classifica: Monferrato punti 10, Amatori Alghero, Edilnol Biella Rugby, Novara e Cus Milano 9; Piacenza 8; Amatori & Union Milano 3; Sondrio 2; Amatori Capoterra 1; Lecco e Bergamo 0; Lumezzane -3.

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

14 Dicembre 1782 ad Annonay, in Francia, i fratelli Montgolfier fanno il primo volo con il prototipo di mongolfiera

Social

newFB newTwitter