Milano , 06 novembre 2017   |  

Sanità: collaborazione con l'Altroconsumo

L'evoluzione e innovazione del sistema sanitario regionale lombardo è assolutamente necessario per rispondere a un nuovo bisogno di salute nato dalla crescita esponenziale di malati cronici da assistere, con risorse economiche statali sempre più limitate

medico valt

L'assessore al Welfare di Regione Lombardia Giulio Gallera ha partecipato, domenica 5 Novembre al Festivalfuturo, l'evento organizzato dall'associazione dei consumatori 'AltroConsumo', questo pomeriggio, all'Unicredit Pavillon di Milano.

«Il contributo delle associazioni dei consumatori e' prezioso per avere riscontro della percezione ed efficacia delle azioni che le Istituzioni mettono in campo per migliorare la qualità della vita dei cittadini. Per questo accolgo con favore l'invito di 'AltroConsumo' ad avviare una collaborazione con Regione per far conoscere e migliorare la riforma sanitaria che ormai è partita, ma che, in quanto sperimentazione, può essere modificata e resa più ancora più adeguata alle esigenze dei lombardi».

«Era naturale che, ha proseguito , come accade quando si propone un cambio culturale radicale, si manifestassero delle resistenze. Si tratta di abbandonare qualcosa di conosciuto per intraprendere una strada nuova, che però è necessario percorrere. Perché l'attuale situazione di insoddisfazione generale ha bisogno di trovare una soluzione. Insoddisfazione del paziente cronico, lasciato a barcamenarsi da solo tra prenotazioni di visite e esami, del medico di medicina generale, impossibilitato a seguirne un numero sempre più consistente, degli specialisti ospedalieri che perdono le tracce dei pazienti una volta dimessi dai presidi. Quello che ci attendevamo era una partecipazione attiva di tutti gli attori che gravitano all'interno del sistema sanitario regionale per raggiungere insieme l'obiettivo di migliorare la qualità della vita dei nostri pazienti più fragili. Qualcuno ha preferito declinare l'invito, fortunatamente molti altri hanno accettato. Sarà con chi ha scelto di accettare la sfida e con associazioni come la vostra che dovremo ora spiegare ai pazienti che quelle messe in campo sono azioni per aiutarli a vivere la malattia nel migliore dei modi. Ci vorrà del tempo, ne siamo consapevoli, ma alla fine le false notizie che qualcuno incoscientemente divulga saranno smentite e i cittadini potranno scegliere liberamente, senza condizionamenti negativi, il loro futuro».

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

24 Novembre 1963 omicidio del presidente degli Stati Uniti, John F. Kennedy. Il presunto assassino Lee Harvey Oswald viene ucciso a colpi di pistola da Jack Ruby, a Dallas, in diretta televisiva poche ore dopo l'arresto.

Social

newFB newTwitter