Teglio, 30 agosto 2018   |  

Sapori d'autunno a Teglio

Da Settembre a Dicembre tredici weekend dedicati a Pizzoccheri, funghi e cacciagione

cartolina 10x15 001 510x342

Sapori d’autunno a Teglio’: tredici fine settimana per ventisei giornate complessive, da settembre a dicembre, da vivere nella capitale valtellinese dell’enogastronomia. Con ‘Il Pizzocchero d’oro’ e i ‘Weekend del gusto’, dedicati rispettivamente ai funghi, alla cacciagione e ai sapori autunnali, Teglio rinnova il patto con gli affezionati viaggiatori del gusto, un rito collettivo che coinvolge sia i convalligiani che, soprattutto, i turisti provenienti dal resto della Lombardia e dalla vicina Svizzera. Un pellegrinaggio del gusto che ha quale meta la patria delle gustose tagliatelle di grano saraceno: si comincia l’8 e 9 settembre con ‘Il Pizzocchero d’oro’.

Sapori tipici ma non solo perché Teglio è anche cultura, con palazzo Besta, la torre medievale e un pregevole patrimonio storico-artistico che merita attenzione, e tradizioni, con l’artigianato, la viticoltura e la coltivazione del grano saraceno. Visite guidate, degustazioni, mercatini, mostre d’arte, giochi per i bambini riempiono di contenuti l’evento enogastronomico. Tutto il paese è coinvolto nell’organizzazione: da ristoratori e commercianti fino alle associazioni, prima fra tutte l’Accademia del Pizzocchero, e a sostenere Teglio accorrono ogni anno enti pubblici, aziende private e i consorzi di tutela dei prodotti tipici riuniti nel Distretto Agroalimentare di Qualità della Valtellina.

Il Pizzocchero d’oro’ apre il programma di ‘Sapori d’autunno a Teglio’, e non poteva essere altrimenti: nei quattro dei cinque weekend di settembre, il sabato e la domenica, l’8 e 9, il 15 e 16, il 22 e 23, il 29 e 30, nei ristoranti e negli agriturismi di Teglio si potrà gustare il menù che, oltre al re indiscusso dei piatti tellini, propone sciatt, salumi tipici, medaglioni di cervo con polenta, dolci tipici e naturalmente vini locali. In alternativa, si potrà optare per il menù dell’Accademia del Pizzocchero.

A Ottobre, il 6 e 7, il 13 e 14, il 20 e 21, il menù sarà dedicato ai funghi da gustare quali antipasti con la bresaola, come ingrediente principe di sformatine al Valtellina Casera e quale profumato contorno della vitella da latte. I successivi fine settimana, il 27 e 28 Ottobre, il 3 e 4 e il 10 e 11 Novembre avranno quale protagonista la cacciagione con tiepido di selvaggina e cervo in salmì con polenta quali piatti più rappresentativi. I sapori autunnali, tutti insieme, disegnano il menù nei weekend del 17 e 18 e 24 e 25 Novembre, 1 e 2 Dicembre: formaggi, salumi, profumi del bosco e ortaggi sono gli ingredienti di piatti della tradizione contadina molto apprezzati anche dai palati più esigenti.

A legare tutti i menù, in ognuno dei fine settimana del gusto, i Pizzoccheri dell’Accademia di Teglio: gli unici e inimitabili. Sarebbe impossibile tornare da Teglio senza aver gustato il piatto più rappresentativo della cucina valtellinese che proprio nel suo paese d’origine viene celebrato.

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

18 Dicembre 2010 l'Inter vince la Coppa del mondo per club Fifa negli Emirati Arabi Uniti è si tratta della 3ª coppa intercontinentale nella sua storia

 

Social

newFB newTwitter