Sondrio , 14 gennaio 2020   |  

“SCIvolare” tappa a Brono e Cividate Camuno

Con la ripresa dell’attività scolastica, dopo la pausa natalizia, è ripreso anche il programma “SCIvolare” promosso dal Comitato FISI Alpi Centrali al fine di promuovere l’attività sportiva verso i giovani studenti attraverso le discipline invernali.

media post qe97vtl sci

Martedì 14 Gennaio,  il programma “SCIvolare” ha fatto tappa a Cividate Camuno ed a Borno due comuni della provincia di Brescia. A Cividate Camuno erano presenti 150 studenti, mentre a Borno erano 80 i giovani studenti che hanno preso parte a questo incontro.

Per parlare di sport, di qualità della vita, di impegno e sacrificio è intervenuto lo sci club Borno che, oltre ad aver presentato le proprie attività, ha interagito per voce del proprio presidente e del consiglio direttivo della bellezza di praticare sport, ed in particolare di praticare le discipline invernali. Tutti gli studenti si sono dimostrati molto interessati ed attenti interagendo più volte con i loro ospiti.

Agli incontri odierni erano presenti anche i consiglieri del Comitato FISI Alpi Centrali: Guidina Dal Sasso, Giorgio Madella e Walter Maculotti. Anche loro hanno ribadito l’importanza di praticare attività sportiva rimarcando come, le discipline invernali, possano essere un valido strumento per la crescita fisica, ma soprattutto per la crescita umana.

E’ stato inoltre ricordato come le discipline invernali offrano la possibilità di praticare sport all’aria aperta ed in ambienti di straordinaria bellezza. Gli studenti di Cividate Camuno realizzeranno degli elaborati su questa giornata. A Borno, invece, grazie alla collaborazione del locale sci club, 70 giovanissimi studenti delle scuole elementari potranno provare le brezza di passare un’intera giornata sulle neve provando sul “campo” le emozioni delle discipline invernali. L’appuntamento è per il prossimo 4 febbraio.

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

8 Agosto 1956 in Belgio, nella piccola città mineraria di Marcinelle, scoppia un incendio nella miniera di carbone. Moriranno 262 lavoratori di 12 nazionalità diverse, la maggior parte (136 sono italiani)

Social

newFB newTwitter