Trieste, 21 febbraio 2021   |  

Soccorsa sciatrice triestina nelle Dolomiti friulane

Una trentaseienne di Trieste è stata soccorsa tra le 12 e le 15 tra le Dolomiti Friulane poco sotto Forcella Baldas ad una quota di circa 1600 metri

trieste

Una trentaseienne di Trieste è stata soccorsa tra le 12 e le 15 tra le Dolomiti Friulane poco sotto Forcella Baldas ad una quota di circa 1600 metri. E' qui che la donna, in escursione assieme ad una comitiva di amici, si è procurata una distorsione alla gamba non riuscendo a proseguire autonomamente.

Assiema a lei c'era, nella stessa comitiva, un tecnico di soccorso della stazione di Pordenone e, poco lontano, presso il rifugio Pradut, altri due soccorritori della stazione Valcellina che a loro volta si trovavano in zona per svago. Questi ultimi hanno raggiunto il gruppo di escursionisti, che nel frattempo era riuscito ad avvicinarsi alla pista forestale assieme all'infortunata aiutandola, e con il toboga, la barella studiata per i trasporti su terreno innevato prelevata dal deposito attrezzato del Soccorso Alpino disponibile al rifugio, l'hanno trasportata verso valle. Sono andati loro incontro, risalendo da Claut, altri tre soccorritori per aiutarli durante la discesa. Una volta a Claut la donna è stata valutata dal medico del Soccorso Alpino. La donna è rientrata autonomamente con gli amici.

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

7 Marzo 1933 nasce il gioco da tavolo più diffuso al mondo: il Monopoli

Social

newFB newTwitter