Sondrio , 11 aprile 2019   |  

Sondrio celebra i 167 anni della Polizia di Stato

In occasione della ricorrenza dei 167 anni della fondazione della Polizia di Stato, sono stati resi noti alcuni dati riferiti all'attività svolta nell'arco del 2018

pol2

Mercoledì 10 Aprile, a Sondrio si è svolta la cerimonia per l' anniversario della Fondazione della Polizia di Stato. Occasione per esporre i dati dell'attività svolta nell'anno 2018 non si sono evidenziate fenomenologie criminali tali da creare particolare allarme nella cittadinanza. Il quadro complessivo dell'ordine e della sicurezza pubblica in Provincia continua a delinearsi in termini sostanzialmente positivi.

Nel territorio Provinciale, infatti, non si registra la presenza di organizzazioni criminali strutturate, né di situazioni di grave degrado ambientale, tipiche di altre realtà urbane del panorama nazionale, tanto che nelle statistiche socio - economiche elaborate dagli istituti specializzati, il Capoluogo valtellinese occupa da tempo posizioni di vertice quanto a coefficienti di vivibilità, sicurezza e tenore di vita. L'analisi dei dati disponibili evidenzia nell'anno trascorso (delitti nr.3980) un andamento dell'indice di delittuosità per il territorio Provinciale sostanzialmente invariato rispetto all'anno precedente (delitti nr. 4416), con una lieve diminuzione pari al -9.87%.

Nella categoria dei reati contro la persona emerge una diminuzione di circa il 20,16% del numero dei reati di percosse e delle violenze sessuali. In calo (-15.69%) il dato complessivo riguardante i furti (1209, a fronte dei 1434 denunciati nel 2017). Tale diminuzione si registra prevalentemente nei furti in abitazione, mentre sono in lieve aumento quelli in danno di esercizi commerciali, sostanzialmente invariati i dati delle altre tipologie criminose. Sempre in ordine ai reati contro il patrimonio, sono in netto calo i reati di ricettazione (- 46%), in lieve aumento i reati di estorsioni (18.18%), invariato il dato riguardante le rapine (due episodi verificati sia nel 2017 e nel 2018). Riguardo agli episodi qualificati come estorsivi, occorre sottolineare che non si tratta di episodi riferibili a racket o contesti di criminalità organizzata; nella maggior parte dei casi riguardano richieste illecite rivolte a seguito di contatti a sfondo sessuale avvenuti in rete, o episodi isolati di scarsa valenza criminale.

I dati registrano un lieve incremento delle truffe on line (del 11.51 % rispetto al 2017), dovuta alla enorme diffusione di questa nuova modalità di effettuare gli acquisti, risultando la Provincia di Sondrio tra le prime in Italia. Infatti nel 2018 i delitti di questa categoria sono stati 620, con 102 le persone denunciate in stato di libertà, mentre nel 2017 sono stati 556 con 112 persone denunciate. Non emergono variazioni significative in ordine ai delitti concernenti gli stupefacenti. 4 Maggiormente positivi sono i dati relativi ai delitti commessi e denunciati nel comune di Sondrio dove l'indice complessivo di delittuosità è in lieve diminuzione. Particolarmente favorevole il quadro inerente i furti le cui voci sono quasi tutte in diminuzione, con un confortante calo del 36.72% per quanto riguarda i furti in abitazione, un lieve aumento si registra nei furti in esercizio commerciali pari al 4.40%. La gran parte dei reati commessi in tutta la Provincia, interessa il territorio di nove comuni, tra i quali, oltre a quelli che superano i 5000 abitanti (Sondrio, Morbegno, Tirano, Chiavenna, Livigno e Cosio Valtellino), figurano Bormio, Teglio e Delebio.

La popolazione complessiva di questi nove comuni, pari a 69.314 abitanti, rappresenta il 38,14% del totale (181.712). La maggior parte dei delitti si è verificato nelle aree della bassa e media valle, più esposte alle azioni criminali di soggetti provenienti da altre province della Lombardia. L'esame dei dati evidenzia che in Provincia i giorni della settimana in cui vengono commessi più furti sono: il lunedì, il mercoledì, il venerdì e il sabato, nelle fasce orarie diurna (07/13), pomeridiana (13/19) e serale (19/24).

La differenza tra i diversi giorni della settimana è meno marcata nel Capoluogo, mentre si registra una maggiore incidenza dei reati predatori nella fascia oraria antimeridiana e pomeridiana. In riferimento agli esiti dell'attività svolta da tutti gli uffici della Polizia di Stato in Provincia, si osserva che nel 2018 sono stati accertati e denunciati all' A. G. nr. 541 delitti e sono stati individuati 217 autori (193 denunciati in stato di libertà e 24 in stato di arresto). L'anno scorso erano stati accertati e denunciati all'A.G. nr. 564 delitti ed erano stati individuati 189 autori (163 denunciati in stato di libertà e 26 in stato di arresto).

download pdf Encomi

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

18 Luglio 1866  vittoria italiana nella battaglia di Pieve di Ledro durante la Terza guerra di indipendenza italiana

Social

newFB newTwitter