Sondrio , 28 dicembre 2017   |  

Spaterna alla guida dell' unità organizzativa complessa Pronto Soccorso di Sondrio

La nomina frutto della profonda conoscenza della realtà sia ospedaliera sia territoriale del candidato

Spaterna

Raniero Spaterna

Raniero Spaterna, 52 anni, nato a Perugia, ma residente a Sondrio, sposato, due figli di 22 e 17 anni, è il direttore dell’Unità organizzativa complessa “Pronto Soccorso” dell’ospedale di Sondrio, introdotta col nuovo Piano organizzativo strategico aziendale (Poas) del febbraio scorso. La nomina, di durata quinquennale e che scatterà dal 1° gennaio 2018, è giunta al termine della procedura concorsuale indetta da Asst ValtLario lo scorso 1° dicembre, da cui sono stati selezionati tre candidati.

La scelta è caduta su Raniero Spaterna, medico anestesista rianimatore, in ragione della particolare competenza ed esperienza da lui maturata nell’attività di emergenza e urgenza e in ragione, ancor più, della forte integrazione fra emergenza intraospedaliera ed emergenza territoriale che ne connota il profilo.

Laureatosi in Medicina e Chirurgia nel 1991 all’Università degli Studi di Perugia, Raniero Spaterna, ha conseguito la specializzazione in Medicina dello Sport, sempre all’Università di Perugia, nel 1997, e in Anestesia e Rianimazione, all’Università degli Studi di Milano, nel 2005. Suo primo incarico quello di ufficiale medico della Brigata Paracadutisti “El Alamein” di Siena, fra il ’91 e il ’93, seguito da una parentesi come medico all’Asl di Gubbio, Gualdo Tadino. Nel 1994 è approdato in Valtellina come medico del Pronto Soccorso di Bormio e del Punto di Primo Intervento di Livigno e, da allora, tutta la sua carriera si è svolta nella sanità valtellinese come medico anestesista rianimatore.

Dal 1996 è anche medico di elisoccorso, alla base di Caiolo, nel 2003 è stato nominato responsabile della Centrale Operativa 118 di Sondrio e, dal settembre 2013 è divenuto dirigente medico di alta specialità con particolare competenza nella organizzazione delle emergenze mediche intraospedaliere, nella terapia del dolore (pratica la partoanalgesia), e nella progettazione, realizzazione e gestione di progetti formativi nel proprio settore di appartenenza.

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

22 Gennaio 1506 arriva a Roma il primo contingente di Guardie Svizzere composto da 150 uomini

Social

newFB newTwitter