Bormio , 29 dicembre 2020   |  

Stelvio, Cochran-Siegle domina il SuperG

Dopo aver dominato le due prove cronometrate di discesa, dimostrando di aver trovato un feeling speciale con la Stelvio, Cochran-Siegle è riuscito a sciorinare una grande performance anche stamattina nel SuperG salendo sul gradino più alto

Stelvio4

Impressionante dimostrazione di forza dello statunitense Ryan Cochran-Siegle che ha pennellato alla perfezione ogni tratto della Stelvio, soprattutto quello centrale nel quale ha sciato alla grandissima, rifilando a tutti distacchi abissali in quella che è stata la sua prima affermazione in Coppa del Mondo.

Dopo aver dominato le due prove cronometrate di discesa, dimostrando di aver trovato un feeling speciale con la Stelvio, Cochran-Siegle è riuscito a sciorinare una grande performance anche stamattina nel SuperG salendo sul gradino più alto del podio davanti all’austriaco Vincent Kriechmayr, secondo a 79 centesimi, e al norvegese Adrian Smiseth Sejersted, terzo a 94 centesimi. Gli altri hanno tutti accusato un distacco superiore al secondo di gara, a cominciare da due dei favoriti della vigilia quali il norvegese Aleksander Aamodt Kilde che ha strappato un’onorevole 4^ piazza a 1”18 dal vincitore, e lo svizzero Mauro Caviezel, 5° a 1”36.

“The Star-Spangled Banner”, l’inno statunitense, è ritornato a risuonare sul parterre della Stelvio a 13 anni di distanza dal dicembre 2007 quando il grande Bode Miller vinse la discesa. Cochran-Siegle, dopo il 2° posto ottenuto nella discesa della Val Gardena, ha dimostrato di essere in un grande stato di grazia e domani nella discesa sarà sicuramente uno degli uomini da battere. E l’Italia porta bene al 28enne nato nel Vermont che nel 2012 a Roccaraso riuscì a vincere due medaglie d’oro ai Campionati Mondiali Junior, in discesa e in combinata.

Male gli italiani. Dominik Paris ha faticato parecchio ad esprimere la sua potenza e, dopo 5 vittorie consecutive negli ultimi anni (4 in discesa e 1 in SuperG), ha abdicato conquistando un mediocre 18° posto, a 2”02. Ma un po’ tutti gli azzurri hanno faticato, Marsaglia si è piazzato 26°, Buzzi 30°, Innerhofer 31°, Zazzi 36° e Schieder 44°. Mercoledì 30 Dicembre, a Bormio è in programma la discesa, con la partenza fissata alle 11.30, che chiuderà la due giorni di Coppa del Mondo in Alta Valtellina.

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

28 Gennaio 1982 il generale statunitense James Lee Dozier viene liberato da unità dell'antiterrorismo italiano dopo 42 giorni di prigionia nelle mani delle Brigate Rosse

 

Social

newFB newTwitter