Teglio , 06 settembre 2017   |  

Tredici fine settimana nella patria del pizzocchero

di Martina Bricalli

A Teglio si celebrano i prodotti enogastronomici nostrani tra arte, cultura e storia

Cartina Teglio

Sono iniziati sabato 2 Settembre i 13 weekend che occuperanno Teglio nella promozione enogastronomica non solo del pizzocchero secondo la tradizione dell’Accademia del Pizzocchero, ma anche di molti prodotti nostrani. Infatti, grazie a “Pizzocchero d’Oro” e “I weekend dei Sapori d’Autunno”, la cittadina alpina sarà impegnata fino a Novembre.

Il primo evento, che tocca i fine settimana di 2 e 3, 9 e 10, 16 e 17, 23 e 24 Settembre, permette la scelta tra due diversi menù. Il Menù del Pizzocchero d’Oro (32 euro) e il Menù dell’Accademia (27 euro), entrambi garanti di un pasto coi fiocchi, completo anche di antipasto, dolce e vini valtellinesi.
“I weekend dei Sapori d’Autunno” iniziano, invece, il fine settimana del 30 Settembre/1 Ottobre e, di lì, riempiono ogni sabato e domenica fino a quello del 25/26 Novembre.

Teglio propone tre diverse specialità durante questi nove incontri: i primi sono i funghi (30 Settembre/1Ottobre; 7 e 8 Ottobre; 14 e 15 Ottobre), seguiti dalla cacciagione (21 e 22 Ottobre; 28 e 29 Ottobre; 4 e 5 Novembre), per concludere a Novembre con i sapori autunnali (11 e 12 Novembre; 18 e 19 Novembre; 25 e 26 Novembre).

L’evento è, naturalmente, incentrato sul pizzocchero che è dunque la star di questi weekend, ma il tutto viene contornato da taglieri di salumi e formaggi di qualità, polenta taragna, sciatt, dolci casalinghi, vini Valtellina DOC e quant’altro.
Ma Teglio non offre solo buon cibo e qualche bicchiere. Queste giornate sono anche dedicate alla storia, alla cultura e all’arte e vedono aperti palazzi (Palazzo Besta), chiese (san Pietro, Santa Eufemia, San Lorenzo, Santo Stefano e San Martino), mulini (Mulino Menaglio) e la Torre di Teglio, oltre che percorsi per adulti e bambini.

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

20 Settembre 1870 le truppe del Regno d'Italia entrano a Roma attraverso la breccia di Porta Pia, sancendo così l'unificazione del Paese e la fine del potere temporale dei Papi.

Social

newFB newTwitter