Sondrio, 12 maggio 2017   |  
Cronaca   |  Salute

Tremila cardiologi italiani a congresso a Rimini

di Gianfranco Cucchi

L'assise si chiude sabato 13 Maggio. Sono presenti medici delle trecento cardiologie attive in Italia. Le malattie cardiovascolari rappresentano ancora la principale causa di morte nei Paesi industrializzati.

20739 20 medium

Rimini, interno del Palacongressi

È in corso il 48° Congresso nazionale dell’Associazione nazionale cardiologi ospedalieri (Anmco) al Palacongressi di Rimini. All’assise, che si è aperta giovedì 11 Maggio e che terminerà sabato 13, partecipano 3000 cardiologi in rappresentanza delle oltre 300 cardiologie italiane.

Vengono affrontati i principali problemi relativi ai migliori e più aggiornati strumenti diagnostici e terapeutici per la cura delle malattie cardiovascolari che ancora rappresentano la principale causa di morte nei Paesi industrializzati.

Durante il simposio sulla terapia dell’infarto miocardico acuto è stata rivalutata la terapia trombolitica che è in grado di sciogliere il trombo/coagulo che occlude l’arteria coronarica migliorando la sopravvivenza e la prognosi. Questa cura potrebbe essere praticata anche a livello extraospedaliera una volta fatta la diagnosi a domicilio.

Questo trattamento è mandatorio quando il tempo di esecuzione dell’angioplastica coronarica primaria, che provoca la disgregazione del trombo mediante catetere, avvenga entro 90-120 minuti dall’avvenuta diagnosi. Si auspica che questa metodica venga eseguita in centri con notevole qualita’ tecnica e con bassa incidenza di complicanze.

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

26 Maggio 1986 la Comunità Europea adotta la bandiera europea

Social

newFB newTwitter