Montagna di Valtellina, 10 maggio 2018   |  

Una messa per celebrare gli artisti

Montagna di Valtellina, presso la chiesa di Sant’Antonio Abate si è celebrata la "Messa degli artisti". Una consuetudine, che ha raggiunto il “quarto” di secolo e dove si ritrovano gli “artisti” della provincia di Sondrio per ricordare Antonio, Angelo e Maria La Motta e Don Battista Cornaggia.

DSC1505 061JPEG

Una consuetudine, oramai giunta quasi al “quarto secolo di vita” ed esattamente con 23 edizioni (1996 - 2018) consecutive all’attivo, che ha richiamato a  Montagna in Valtellina nella chiesa di Sant’Antonio Abate domenica 6 Maggio , un nutrito gruppo di “artisti” della provincia di Sondrio, oltre ad un folto pubblico.

La “Messa” degli Artisti che è stata organizzata  dal prof., poeta e maestro Giancarlo Della Maddalena con il patrocinio della Nuova Accademia Musicale Sondriese “A. La Motta” e del Comune di Montagna in Valtellina e in collaborazione con la parrocchia di Montagna in Valtellina, arciprete Don Battista Rinaldi.
Molti  gli Artisti che hanno aderito a questa singolare   manifestazione “artistico – canora” che ha richiamato molti spettatori i quali con la loro folta presenza hanno contribuito al successo.

Tra questi ricordiamo il coro La Bajona di Bormio, diretto dal maestro Amos Sertorelli (proprio quest’anno la stessa compagine corale ha festeggiato il 43esimo anno di attività canora ed il 15esimo anno di direzione artistica da parte dello stesso Sertorelli) e la nuova formazione corale “giovanile” (2017) del coro dei Bambini per l’U.N.I.C.E.F. di Sondrio diretta dal maestro Nello Colombo.

Oltre a loro, si sono alternati - nel breve “momento musicale” introduttivo che ha preceduto la S. Messa officiata da Don Battista Rinaldi ed “animata” dalla Bajona di Bormio - anche alcuni Artisti e soprattutto amici della stessa accademia e in particolare ricordiamo Consuelo Orsingher ed Ivan Azzetti, Rhuedy Magri e Mariangela Pastanella, Silvia Filippini e Mattia Sandrini, Clarissa Filippini e Stella Zadorina; presenti tra il pubblico anche Francesco Saverio Ceracchio (già presidente della Corte d’Assise e del Tribunale di Sondrio), il presidente del comitato di Sondrio per U.N.I.C.E.F., Guido Zuccoli e Felice La Motta.

Oramai un “quarto” di secolo per un appuntamento consolidato e rodato – tra l’altro documentato da un ampio servizio fotografico a cura del fotografo valtellinese Andrea Mottarella.

A margine della manifestazione ed al termine della S. Messa, Giancarlo Della Maddalena (piano) assieme a Silvia Filippini (flauto) hanno eseguito "La Preghiera del Risveglio” … dedicata ad Angelo La Motta al figlio Antonio purtroppo scomparso prematuramente.

Nello Colombo, cerimoniere , oltre a dirigere il coro giovanile dei bambini di Sondrio per U.N.I.C.E.F. ha voluto letto il messaggio di S.E. Giuseppe Mario Scalia – Prefetto di Sondrio.

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

22 Ottobre 1866 – Annessione attraverso plebiscito del Veneto, a seguito della sua cessione dalla Francia all'Italia avvenuta il 19 ottobre 1866

Social

newFB newTwitter