Sondrio , 01 dicembre 2017   |  

Una mostra multisensoriale per la "Giornata della Montagna"

L’ “International Mountain Day” ideato dalle Nazioni Unite per creare consapevolezza sull’importanza delle montagne, viene celebrato in tutte le Alpi grazie all’iniziativa della Convenzione delle Alpi “Leggere le Montagne”, con la finalità di promuovere la cultura alpina.

Giornata Internazionale Montagna

Il Bacino Imbrifero Montano dell’Adda (BIM) per il terzo anno consecutivo domina la scena in Valtellina, nell’ambito di questa iniziativa di caratura internazionale, promuovendo la cultura alpina per ben undici giornate di eventi, tutti gratuiti. Dopo gli itinerari gratuiti dell’1 e 2 Dicembre offerti dal Bim Adda fra fattorie didattiche e creative, antichi mulini ed aziende biologiche, è ora la volta di due altre iniziative una mostra dall’1 all’11 Dicembre ed una serata d’intrattenimento lunedì 11 Dicembre, giorno in cui in tutto il mondo si celebra la Giornata Internazionale della Montagna.

La mostra multisensoriale, aperta presso la Sala delle Acque del Bim Adda in Via Lungomallero Diaz 18 a Sondrio, è allestita in collaborazione con l’Associazione Culturale Il Viale della Formica e si sviluppa in un affascinante percorso di suoni, voci e profumi della cultura contadina, descrivendo le attività produttive alpine tradizionali nelle quattro stagioni, arricchita dalle opere dell’archeo-scultore MeRa che rivisitano artisticamente gli oggetti contadini.

L’11 Dicembre, dopo i saluti delle autorità, si propone una serata di intrattenimento partendo dal libro del famoso scrittore Enrico Camanni “La nuova vita delle Alpi”. Tale testo vuole essere il punto di partenza per un dibattito, che verrà aperto da Camanni stesso, con testimonianze rilevanti del settore sui nuovi possibili modelli di sviluppo socioeconomico alpino sostenibile.

Durante la serata sarà proiettato uno speciale sulle visite effettuate alle fattorie didattiche, alle aziende biologiche ed agli antichi mulini nei giorni precedenti. La serata proporrà anche un goloso buffet offerto da Ersaf arricchito da un ingrediente speciale: le farine macinate presso i mulini coi partecipanti alle visite proposte. A seguire, la magica atmosfera dei canti del Coro Cai e la possibilità di visitare la mostra Passi di Memoria in fascia notturna.

Il libro “La nuova vita delle Alpi” di Enrico Camanni servirà come riflessione sul processo alpino di autoconsapevolezza verso una valorizzazione delle risorse naturali alpine, degli antichi saperi ad esse correlati e della rivisitazione degli stessi in uno sviluppo economico sostenibile e rispettoso del territorio.

Le Alpi si trovano ad un bivio: diventare una “provincia” della pianura, un parcomuseo ad uso dei cittadini, oppure inventare e sperimentare un modello di sviluppo che sappia conciliare la difesa dell’ambiente con le ragioni dell’economia, la specificità alpina col turismo, la tradizione con la modernità. Il libro propone una nuova trasformazione non regressiva.
Le risorse naturali e le antiche tradizioni vengono così recuperate in nuovi modelli di sviluppo economico che consentono la preservazione dell’ambiente alpino, il tramandarsi del patrimonio culturale e la generazione di nuove forme di produttività rispondenti alla attuali necessità. Il Bim Adda ancora una volta si fa promotore della cultura alpina ed ancora una volta spinge ad una riflessione, lancia una sfida gli antichi mestieri, le antiche modalità di sfruttamento delle risorse naturali, possono oggi essere riportati in auge con una nuova veste, sempre in armonia con la natura e nel pieno rispetto del territorio alpino, attraverso nuovi modelli socioeconomici vocati al turismo ed all’agroalimentare.

Per informazioni telefonare al Bim Adda allo "0342 213358 o scrivere a segreteria@bimadda.it".

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

11 Dicembre 1991 nasce a Maastricht l'Unione europea

Social

newFB newTwitter