Berbenno di Valtellina, 15 maggio 2018   |  

“Uso, disuso e riuso”, beneficenza per far rivivere la tradizione valtellinese

di Martina Bricalli

A Berbenno di Valtellina, un mercatino promuove una realtà di risparmio e raccoglie fondi per gli abiti tradizionali

Mercatino usato Berbenno

Nella giornata di domenica 20 Maggio, le vie centrali di Berbenno di Valtellina – via Roma, via Garibaldi e via Adua – daranno spazio a un’iniziativa innovativa, che vuole promuovere una realtà di risparmio, sensibilizzando il pubblico al riuso dei materiali.

“Uso, disuso e riuso” è un mercatino di scambio fra privati, dove ognuno può contribuire, presentando sui banchetti oggetti che ormai non utilizza più, vecchie collezioni di qualsiasi genere o arnesi del passato. L’idea segue il modello di “Scarpabellando”, il mercatino dell’usato organizzato dall’Associazione culturale Scarpatetti nella zona vecchia della città di Sondrio. Gli organizzatori, tra i quali in prima fila troviamo il BiciClub Berbenno, hanno ricevuto sostegno dai promotori di Scarpabellando e dal presidente dell’Associazione, Alessandro Colombera, creando così una collaborazione e una reciproca partecipazione. Per cui, nella giornata del 20 Maggio, anche Scarpatetti parteciperà all’esposizione.

L’evento avrà luogo alle ore 9.00 per poi concludersi nel tardo pomeriggio e gli spazi offerti ai possibili venditori saranno gratuiti, sperando che una parte del ricavato delle vendite possa andare in beneficenza.

“Beneficenza” e “socializzazione”, sono queste le due parole chiave del mercatino. E la beneficenza vuole andare a rifornire la tradizione vestiaria di Berbenno. Grazie al ricavato dello street food organizzato durante la giornata, dove sarà possibile gustare i Mac – il termine berbennese per indicare i “taroz”, uno dei piatti tipici della tradizione valtellinese – e tanto altro, gli organizzatori intendono rifornire Berbenno dei suoi abiti tradizionali, purtroppo andati perduti. Gli accordi sono già presi con una delle migliori sarte del paese per confezionare gratuitamente i nuovi abiti, sulla base di vecchi modelli; il ricavato della giornata verrà utilizzato per l’acquisto dei tessuti.

In tal modo, Berbenno e la sua comunità potranno rivivere la tradizione, grazie ai costumi che verranno utilizzati durante le manifestazioni o da chiunque ne avrà la necessità.

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

18 Novembre 2007 a Novara viene beatificato don Antonio Rosmini, autore dell'opera Delle Cinque Piaghe della Santa Chiesa e fondatore dell'Istituto della Carità

Social

newFB newTwitter