Sondrio , 12 agosto 2017   |  

Vacanze, 50 per cento stranieri in agriturismo

Boom presenze in vista di Ferragosto

agriturimso

Boom di Ferragosto per gli agriturismi lombardi, dove il 50% degli ospiti, soprattutto su laghi e monti, arriverà dall’estero, in particolare dal nord Europa. E’ quanto emerge da una rilevazione della Coldiretti regionale sulle oltre 1.600 “oasi del relax” dalle Alpi al Po. “Le strutture aperte sono quasi raddoppiate in poco più di dieci anni e si tratta di una crescita che va di pari passo con la tendenza a cercare cibo genuino, natura, attività all’aria aperta ma senza lo stress del dover fare per forza qualcosa - spiega Valeria Sonvico, responsabile regionale di Terranostra, l’associazione degli agriturismi di Campagna Amica Coldiretti - quest’anno la settimana di Ferragosto si annuncia al completo o quasi, con in media un 50% di ospiti stranieri, in particolare dal nord Europa”. In Lombardia – spiega la Coldiretti regionale – la provincia più agrituristica è Brescia con 335 strutture, mentre al secondo e terzo posto troviamo Mantova con 236 e Pavia con 224. A seguire: Bergamo con 158, Como con 149, Milano e Sondrio con 113 ognuna, Varese con 86, Lecco con 78, Cremona con 72, Lodi 32 e Monza Brianza 15.

Marco Cressi, 37 anni, titolare dell’agriturismo Cascina Oglio, di Villongo (Bergamo) conferma il Ferragosto tutto esaurito: “Sia camere che posti a tavola sono già prenotati da tempo. Abbiamo sempre un sacco di stranieri, come inglesi e tedeschi, che poi sono i principali clienti che si fermano a dormire. Per il weekend centrale di agosto, invece, ospiteremo a tavola molti milanesi, che vengono dalla città per gustare la cucina a chilometro zero”. Buone prospettive anche più a sud, in provincia di Pavia, Alberto Lucotti, titolare dell’agriturismo Cascina Chiericoni di Rivanazzano (Pavia) e presidente provinciale di Terranostra: “Per la settimana di Ferragosto stimiamo, rispetto all’anno scorso, un incremento fra il 5% e il 10% delle presenze. Vengono per assaggiare la cucina del territorio ma anche per le attività all’aria aperta, come passeggiate a piedi e in bicicletta”.

Emanuele Bonfiglio, titolare 68enne dell’agriturismo Al Marnich di Schignano, in Val d’Intelvi (Como): “Siamo al completo, e non solo per le due settimane centrali di Ferragosto. La fama del Lario è capace di attirare turisti da tutta Europa: quest’anno le nostre camere sono abitate in prevalenza da francesi, seguiti da belgi, tedeschi, danesi, ma anche americani. Sono attirati dal cibo genuino, dalle bellezze paesaggistiche e artistiche del territorio, ma anche dalla presenza di personaggi famosi in vacanza sul lago di Como”. Il 44 per cento degli agriturismi – spiega la Coldiretti Lombardia – offre la possibilità di pernottare in camere e alloggi, ma ci sono anche 49 agricampeggi, mentre in 172 strutture è possibile andare a cavallo alla scoperta del territorio. “Chi sceglie i nostri agriturismi, lo fa per godersi la natura e la tranquillità, facendo magari un tuffo in piscina o una passeggiata con uno dei cavalli del nostro maneggio, spiega Stefano Cherubini, degli agriturismi Le Sorgive e Le Volpi, di Solferino (Mantova) – per quanto riguarda i visitatori, se l’anno scorso è andata bene, quest’anno stiamo facendo meglio. Siamo pieni, sia come camere che come coperti a tavola. Il 65 per cento dei nostri ospiti arrivano dall’’estero in prevalenza dall’Olanda e dalla Germania”.

Luca Romele, 36 anni, titolare dell’agriturismo Forest, a Iseo (Brescia): “I turisti che arrivano da noi vengono al 50 per cento da Germania, Olanda e più in generale dal nord Europa, l’altra metà sono italiani in particolare da Lombardia, Emilia e Veneto”. Contatto con la natura, ambiente rurale e cucina sana “sono le cose che un vacanziero chiede ad un agriturismo ed è per questo che siamo pieni tutto l’anno, non solo a Ferragosto. La nostra clientela è a maggioranza italiana, dal centro-nord, anche se c’è chi viene da Palermo o da Bari. Quest’anno, però, ho notato una buona presenza di tedeschi” spiega Marco Furgeri, proprietario del Cascina Graziosa, agriturismo di Lonato del Garda (Brescia), mentre al Raethia di Valdidentro (Sondrio), Ada Giacomelli registra, accanto agli italiani un aumento di olandesi, svizzeri e belgi attirati dalla possibilità di pedalare all’aria aperta sulle piste ciclabili della Valtellina.

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

11 Dicembre 1991 nasce a Maastricht l'Unione europea

Social

newFB newTwitter