Milano , 06 luglio 2017   |  

Vaccini: da Liguria e Lombardia, via libera a modifiche decreto

Nel documento approvato si chiede, tra l'altro, di prevedere un maggiore e più attento utilizzo del sistema di farmacovigilanza rispetto alle attività vaccinali e di prevedere l'obbligo di vaccinazione anche per gli operatori sanitari coinvolti nei processi assistenziali ai minori

vaccini 6

"Le Regioni Liguria e Lombardia in Commissione Sanità hanno sollevato, insieme ad altre Regioni, critiche tecniche al decreto, riassunte in un documento approvato ad amplissima maggioranza dalle Regioni e che oggi e' stato condiviso in Conferenza unificata". E' quanto spiegano, in una nota, gli assessori alla Sanita' delle Regioni Liguria e Lombardia, Sonia Viale e Giulio Gallera.

"Regione Lombardia e Regione Liguria, spiegano, sono sempre state favorevoli ai vaccini ma contrarie al decreto così come impostato. Nel tempo abbiamo messo in campo iniziative per informare i cittadini e radicare la consapevolezza che vaccinare sia l'unica scelta giusta per la salute".

Il decreto è stato analizzato dalle Regioni, le quali hanno elaborato un parere che chiede di introdurre alcune modifiche sostanziali al testo e introduce alcuni temi che non erano stati presi in considerazione. Nel documento approvato si chiede, tra l'altro, di prevedere un maggiore e più attento utilizzo del sistema di farmacovigilanza rispetto alle attività vaccinali e di prevedere l'obbligo di vaccinazione anche per gli operatori sanitari coinvolti nei processi assistenziali ai minori. E' su questo documento che Regione Lombardia e Liguria, nella seduta della Conferenza unificata di oggi, hanno espresso il loro parere favorevole.

"Se queste modifiche saranno accolte integralmente, bene, perchè il decreto sarà migliorato. In caso contrario se queste modifiche non saranno accolte integralmente, verranno valutate le azioni necessarie ai fini del loro recepimento".

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

26 Luglio 1875, a Kesswil (Svizzera), nasce Carl Gustav Jung, psichiatra, psicoanalista e antropologo. Morirà a Küsnacht (Svizzera), il 6 giugno 1961

Social

newFB newTwitter