Val Gerola, 24 dicembre 2016   |  

Val Gerola, caccia al tesoro e concerto di musica bandistica

A Gerola alta iniziano in questi giorni gli appuntamenti culturali, gastronomici, i concerti, le proposte ricreative e di animazione territoriale destinate a coinvolgere famiglie, gruppi di amici

31391134905 4d0946c11d b

Da venerdì 23 Dicembre,  all'Ufficio turistico della località  Gerola alta è possibile prenotarsi per la Caccia al tesoro, «lo Spirito del Natale». Tre serie di prove e “cacce” per una corsa verso il tesoro che richiede intuito, voglia di conoscere il paese, i suoi ambienti caratteristici, i suoi abitanti con i quali il regolamento della Caccia al tesoro invita a «mettersi in relazione» conoscendosi, fraternizzando, scambiandosi auguri. È anche richiesto di effettuare con i propri smartphone un “Safari fotografico” girando per il paese, parlando con la gente, trovando il significato di parole dialettali e oggetti. Documentando questa «attività di ricerca» con selfie o fotografie. Per una caccia al tesoro “scatta e cliccka” che apre una fase “interattiva” nel divertimento e nella animazione proposta a Gerola per le feste dal locale Ecomuseo. Si scopriranno “Racconti natalizi” si recupererà l'antica “magia del Natale”.

Si metteranno assieme tutti gli oggetti e le immagini “catturate” nel percorso, e al termine delle prove si comporrà il “pack”, si “uniranno i ricordi”, si farà ritorno all’Ufficio turistico portando le immagini, le impressioni, le proposte, e verrà consegnato il tesoro. Il Natale di Gerola è anche in musica. Martedì 27 dicembre alle 21 al Palagerola arriva a pieno organico la Banda di Premana, o “Corpo Musicale San Dionigi”. L'ensemble bandistico lecchese proporrà un repertorio che spazia dalla musica per fiati più tradizionale, ad interpretazioni di musica colta, classica, colonne sonore di film, l'ingresso è ad offerta libera.

download pdf Locandina "Caccia al tesoro"

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

19 Ottobre 2003 a Roma, in piazza San Pietro viene beatificata Madre Teresa di Calcutta.

Social

newFB newTwitter