Sondrio , 20 agosto 2018   |  

Valtellina inizia la raccolta delle mele

Il maltempo e soprattutto la grandine hanno ridotto il raccolto delle mele del 60 per cento

mele

La grandine e il maltempo tagliano il raccolto delle mele fino a -60% in Alta Valle. E’ quanto emerge dal monitoraggio della Coldiretti Lombardia in occasione dell’inizio della “vendemmia dei pomi” nella storica culla produttiva della Valtellina con i primi stacchi delle Gala per poi proseguire fino a metà ottobre con le Stark, le Golden, le Modì e le altre varietà.

«Le mele sono di buona qualità, molto belle, ma anche quest’anno, dopo la gelata del 2017, il maltempo ha purtroppo inciso pesantemente sul raccolto – spiega Bruno Delle Coste, produttore e Presidente della Cooperativa Melavì che rappresenta circa 400 aziende agricole del territorio. Nella Bassa Valle, dove la grandine ha colpito meno ma ha fatto comunque danni, ci attendiamo una flessione più contenuta, ma gli effetti peggiori li registriamo in Alta Valle, nella zona di Tovo, Lovero e Sernio, dove la produzione è stata più che dimezzata. Quest’estate di tempeste ce ne sono state diverse, che hanno colpito i filari da più direzioni, risparmiando solo una parte dei frutti».

In Lombardia si coltivano mele su più di 1.600 ettari, la maggior parte dei quali, oltre 1.000, in provincia di Sondrio. Seguono Pavia con 209 ettari, Mantova con 150 e Brescia con 73 per un produzione che a livello regionale si aggira in media sui 400mila quintali all’anno.

 

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

22 Settembre 1499 con il trattato di Basilea la vecchia Confederazione, che ha dato origine alla Svizzera, diventa uno stato indipendente.

Social

newFB newTwitter