Sondrio , 28 novembre 2019   |  

Lombardia: un piano per proteggere le donne

In Lombardia il 31,4% delle donne tra i 16 e i 70 anni ha subito violenza. l maltrattante nel 86,3% dei casi è il partner o l'ex partner.

donne maltrattae

Consolidare le reti territoriali antiviolenza sparse sul territorio (27); rafforzare e qualificare le strutture di accoglienza e la collaborazione tra i servizi specializzati e i servizi generali; sostenere adeguatamente politiche di prevenzione a trecentosessanta gradi e di formazione a tutto campo. Sono queste le principali finalità del Piano Quadriennale regionale per il Contrasto alla Violenza contro le Donne 2020-2023 approvato dalla Giunta regionale su proposta dell'assessore alla Famiglia, Genitorialità e Pari Opportunità Silvia Piani.

n Lombardia il 31,4% delle donne tra i 16 e i 70 anni ha subito violenza. Secondo i dati dell'Osservatorio Regionale Antiviolenza (che fa riferimento alle donne prese in carico dai Centri Antiviolenza lombardi nel 2018), le forme di violenza subite sono multiple e hanno riguardato in primis la violenza psicologica (86,5% delle donne), e, a seguire, la violenza fisica (72,9%), violenza economica (31,6%), stalking (19,6%) e violenza sessuale (13,1%).

Dal 2013 al 2018 è aumentato il numero delle donne seguite dai centri antiviolenza lombardi. Se nel 2013 erano 2700 le donne a rivolgersi ai centri, nel 2018 sono stati oltre 6000 i contatti e 4295 le accoglienze. Nel corso del 2019, le donne prese in carico per i primi 9 mesi risultano già essere 4700. 

La maggior parte delle donne prese in carico ha un titolo di studio di primo o secondo grado (diploma inferiore o superiore 70%) ma non ha un'indipendenza economica o un lavoro stabile (46%). 

Il tasso di occupazione in Lombardia è superiore alla media italiana (49,5%), attestandosi intorno al 60%, ma le funzioni di cura sono ancora affidate prevalentemente alle donne. Le donne lombarde sacrificano il proprio tempo libero (17,5% della giornata rispetto al 20,6% degli uomini) a favore del lavoro familiare (18,5% rispetto al 7,6% degli uomini). 

Gli accessi e i percorsi delle donne avviati nel corso del 2018 (Dati Osservatorio Regionale Antiviolenza) sono stati 804 in provincia di Bergamo (5 centri); 1332 in provincia di Brescia (5 centri); 501 in provincia di Como (1 centro); 305 in provincia di Cremona (3 centri) ; 497 in provincia di Lecco (2 centri); 455 in provincia di Lodi (1 centro); 423 in provincia di Mantova (3 centri); 4629 in provincia di Milano (17 centri); 819 in provincia di Monza e Brianza (3 centri); 543 in provincia di Pavia (3 centri); 56 in provincia di Sondrio (1 centro); 959 in provincia di Varese (6 centri).

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

7 Dicembre 1941 seconda guerra mondiale: i giapponesi attaccano la base navale statunitense di Pearl Harbor. L'episodio segna l'ingresso ufficiale degli USA nel conflitto

Social

newFB newTwitter