Sondrio, 22 febbraio 2021   |  

Virus di Wuhan: i tamponi salivari sono il meglio

di Gianfranco Cucchi

La ricerca scientifica italiana in campo medico ha mostrato un'efficenza nettamente superiore a quella demandata alla classe politica investita del potere d'intervenire in materia di salute pubblica.

cotton swabs 495746 640

Uno dei cardini della prevenzione del contagio da Covid è la diagnosi precoce dell’infezione anche dei soggetti asintomatici.

L’esecuzione dei tamponi molecolari o antigienici rapidi si è capito in autunno che era una strategia importante. Basti pensare che all’inizio della pandemia in Italia si eseguivano 15-20 mila tamponi al giorno ed oggi siamo arrivati ad oltre 300 mila.

È la prima "T", testare, delle tre strategiche, la seconda "T" sta per tracciare ed isolare l’infetto e la terza "T" sta per trattare.

La prima anche per importanza perché se si individuano i soggetti contagiosi, questi si possono isolare e quindi prevenire più efficacemente la diffusione della pandemia.
La ricerca Italiana, in particolare dell’Università di Milano, di Padova e dello Spallanzani di Roma hanno sperimentato con successo i tamponi salivari.

È sufficiente che la persona mastichi per un minuto un batuffolo di cotone sul quale compiere l’analisi. Questo comporta un minore disagio e fastidio rispetto al tampone faringeo e nasale con minore impiego di risorse umane, che potrebbero essere destinate alla vaccinazioni.

Un recente studio, pubblicato su "Nature", ha dimostrato che i tamponi salivari sono molto sensibili, in particolare sugli asintomatici e sulle infezioni lievi e risultano migliori di quelli naso- faringei.

A rafforzare questa pubblicazione sono giunte le conclusioni della ricerca, coordinata dall’Università di Padova, dello studio International Federation of Clinical Chemistry and Laboratory Medicine che ha analizzato 20 mila campioni salivari raccolti dopo la masticazione di un batuffolo di cotone. Il test si è rilevato efficace, affidabile e di facile esecuzione per individuare Sars-CV-2 in soggetti asintomatici.

Questa metodica è estremamente veloce ed è in grado di consentire il rapido tracciamento degli infetti con il contenimento dei contatti evitando un’ulteriore diffusione del virus nella popolazione.

La Francia ha già reso disponibile questo efficiente test diagnostico per i suoi cittadini anche nelle farmacie. Non perdiamo altro tempo e che la politica si dimostri all’altezza della nostra ricerca scientifica italiana.

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

7 Marzo 1933 nasce il gioco da tavolo più diffuso al mondo: il Monopoli

Social

newFB newTwitter