Tirano, 08 marzo 2019   |  

A Tirano un Convegno presenta il “Cammino mariano delle Alpi”

Sabato 16 Marzo, presso la Sala Consiliare del Comune di Tirano, si terrà l’atteso Convegno di presentazione del “Cammino mariano delle Alpi”, l’itinerario spirituale che si propone di creare tra i Santuari mariani della provincia di Sondrio.

Conferenza stampa 7 marzo 2

Con il Comune di Tirano promotore dell’evento insieme alla Rettoria del Santuario della Madonna di Tirano, saranno presenti i massimi esponenti degli enti provinciali e locali interessati dall’iniziativa: il Presidente della Provincia di Sondrio, il Vicario Episcopale per la provincia di Sondrio, il Prefetto di Sondrio, il Presidente della Camera di Commercio di Sondrio, oltre al Presidente del Consorzio Valtellina Turismo.

Nel corso dell’iniziativa, verrà illustrato il contesto storico e religioso, le finalità, le motivazioni, i contenuti, le tappe della ROAD MAP, per realizzare il percorso che unirà in un solo itinerario i Santuari mariani della provincia di Sondrio.

Il Direttore del Distretto Culturale Evoluto “Cammini Lauretani”, presenterà l’originale esperienza del progetto di “Recupero e valorizzazione della antica Via Lauretana”, una delle più importanti vie storiche di fede che collegava Roma alla Santa Casa di Maria di Loreto.

La proposta di un percorso che unisca spiritualità e bellezza delle nostre valli, nasce da una intuizione originale e stimolante presentata dall’Associazione cammIKAndo di Tirano, fatta propria dal Comune e dalla Rettoria e guardata con favore anche dai numerosi enti di rilevanza provinciale e non solo, che si sono uniti in partenariato per presentare a Fondazione Cariplo un progetto di sviluppo elaborato con il sostegno tecnico della società Cluster di Milano.

Il percorso prevede due percorrenze verso il Santuario della Madonna di Tirano, la prima da Piantedo, detta Via occidentale e la seconda da Bormio, detta Via Orientale.

Complessivamente oltre 160 chilometri di tracciato, suddiviso in 8 tappe, grazie alle quali il pellegrino, il visitatore ed il turista, potranno camminare tra le testimonianze del culto mariano, così intrecciato nel profondo dell’identità del territorio alpino e prealpino, ma anche tra le bellezze del paesaggio, dei beni storico culturali, e godendo se vorrà delle eccellenze della produzione tipica.

Nell’Anno del “Turismo lento”, è sembrato ai promotori che la provincia di Sondrio avesse la migliore occasione per avviare un Cammino finalmente capace di toccare, per la sua finalità e per i valori attorno ai quali si sviluppa, l’intero territorio, connettendosi con gli altri numerosi itinerari locali già presenti e valorizzando alcuni tracciati importanti come la Via dei Terrazzamenti, e con altri di rilevanza nazionale ed internazionale che assieme formano una rete di mobilità dolce di grandissima rilevanza turistico culturale.

Per l’Assessora al Turismo ed alla Cultura del Comune di Tirano, Sonia Bombardieri, il “Cammino mariano delle Alpi” è “un’occasione importante per promuovere sul nostro territorio un grande itinerario nel segno della bellezza e della spiritualità che ha come fulcro il preziosissimo patrimonio della Basilica della Madonna di Tirano. Per Tirano costituisce una nuova opportunità per dare impulso al turismo religioso con un percorso di pellegrinaggio e di visita, capace di coniugare passato e presente, memoria e fede, natura e storia”. In questo augurio trova la benevola approvazione e condivisione di Don Giampero Franzi, il Rettore del Santuario della Madonna di Tirano.

Il Convegno del 16 Marzo, promosso dall’Assessorato alla Cultura e al Turismo del Comune di Tirano e realizzato con contributo di Regione Lombardia (legge 50) e il patrocinio di Regione Lombardia, Diocesi di Como, Provincia di Sondrio, Prefettura di Sondrio e Camera di Commercio di Sondrio, sarà l’occasione da cui prenderà il via un progetto di grande respiro spirituale e di grande ambizione nel campo del turismo sostenibile.

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

26 Maggio 1986 la Comunità Europea adotta la bandiera europea

Social

newFB newTwitter