Chiavenna, 10 gennaio 2019   |  

Chiavenna: controlli antidroga. Un arresto

I Carabinieri della Compagnia di Chiavenna in collaborazione con due unità cinofile del Nucleo Carabinieri Cinofili di Orio al Serio (BG), hanno effettuato, mercoledì 9 Gennaio, un controllo all’interno di un Istituto scolastico superiore per prevenire l'uso e consumo di droga

20190109 165655p

Mercoledì 9 Gennaio, i Carabinieri della Compagnia di Chiavenna, supportati da due unità cinofile del Nucleo Carabinieri Cinofili di Orio al Serio (Bg), è stato effettuato un mirato ed articolato servizio di controllo all’interno dell’Istituto scolastico superiore,  con lo scopo di prevenire e reprimere il consumo e lo spaccio di sostanze stupefacenti.

L’operazione rientra in una  attività di controllo del territorio e contrasto al traffico e consumo di stupefacenti, in particolar modo nelle scuole pianificata dalla Compagnia dei Carabinieri  per l’anno appena iniziato. Il servizio è stato effettuato con la proficua collaborazione del dirigente dell’Istituto, prof. Minnai, degli insegnanti e del personale della scuola presente durante le operazioni di polizia.

I militari  e le unità cinofile  con i cani antidroga labrador “Grinder” e “Grom”, hanno effettuato controlli nelle aule del complesso scolastico  hanno portato alla segnalazione alle Prefetture di Sondrio, Como e Lecco di tre giovani, due ragazzi ed una ragazza, quali assuntori di sostanza stupefacente, hashish e marijuana, ed all’arresto per spaccio di uno di loro.

Durante i controlli sono stati comunque segnalati dai cani antidroga anche altri studenti risultati  negativi al controllo più approfondito perché entrati in contatto in qualche modo con lo stupefacente, direttamente o per interposta persona. Tutte le operazioni si sono svolte nel corso della mattinata, dalle 09.00 alle 12.00, limitando al minimo le interferenze con la consueta attività didattica in corso e con l’assistenza del Dirigente e di alcuni docenti dell’Istituto, sempre nel pieno rispetto della dignità e della riservatezza dei soggetti sottoposti a controllo, considerata anche la loro giovane età.

L’apporto delle due unità cinofile è stato determinante nell’agevolare l’individuazione degli studenti che detenevano lo stupefacente. Dopo aver convocato ed informato i genitori del minorenne arrestato, il giovane  nella serata di mercoledì 9 Gennaio, al termine delle formalità di rito, è stato associato al carcere minorile “Beccaria” di Milano a disposizione del PM della Procura della Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni di Milano.

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

25 Giugno 1946 si insedia l'Assemblea costituente della Repubblica Italiana con Giuseppe Saragat alla presidenza

Social

newFB newTwitter