Sondrio, 14 febbraio 2020   |  
Cronaca   |  Salute

Il Morelli di Sondalo? Trasformiamolo in eccellenza sanitaria

di Gianfranco Cucchi

La storia, il patrimonio edilizio e professionale dicono che l'ospedale potrebbe diventare un ottimo Istituto di ricerca e cura a carattere scientifico.

aswCroppedImage720439 133

Sondalo. Il complesso ospedaliero

L’attuale discussione sul Piano sanitario provinciale è centrata sul nuovo assetto degli ospedali provinciali ma non tiene in considerazione l’epidemiologia, la demografia e l’assetto istituzionale e gestionale dei singoli presidi ospedalieri.

In particolare per l’ospedale Morelli di Sondalo i sindaci dell’Alta Valle hanno stilato un loro documento rigettando in toto il piano proposto dal Politecnico.
La storia, il patrimonio edilizio e professionale di questo importante ospedale però richiede una nuova proposta che preveda un nuovo assetto istituzionale con una governance autonoma dal sistema ospedaliero provinciale.

Mi riferisco al riconoscimento per l’Ospedale Morelli di Istituto di ricerca e cura a carattere scientifico (Irccs).

Il decreto legislativo 16 Ottobre 2003, n. 288 definisce gli Irccs come «enti a rilevanza nazionale dotati di autonomia e personalità giuridica che, secondo standard di eccellenza, perseguono finalità di ricerca, prevalentemente clinica e traslazionale, nel campo biomedico e in quello dell'organizzazione e gestione dei servizi sanitari, unitamente a prestazioni di ricovero e cura di alta specialità».

Gli Irccs sono gestiti da Fondazioni che come organi hanno un consiglio di amministrazione, il presidente, il direttore generale ed il direttore scientifico.
Sono cinque i buoni motivi per un Irccs a Sondalo.

Storici. La storia e la tradizione dell’Ente ospedaliero Morelli di Sondalo è di grande prestigio non solo nell’era della tbc ma anche negli anni successivi quando era stato riconosciuto Presidio multizonale per la riabilitazione da parte della Lombardia.
Agli inizi degli anni Duemila la fusione con la azienda ospedaliera della Valtellina e Valchiavenna e l’affermarsi dell’ospedale di Gravedona ha portato al declino dell’ospedale di Sondalo con la chiusura di più reparti e la fuga di validi medici .

Patrimoniali. Il patrimonio edilizio di notevole portata dell’ospedale Morelli, oggi notevolmente sottoutilizzato necessita di un attenzione che non è stata all’altezza in questi ultimi 20 anni.

Progettuali. I numerosi progetti per il rilancio del presidio ( ricorso il centro di formazione per gli operatori sanitari dei Paesi poveri, il Centro Oms per la cura della tbc, il riferimento per gli stati neurovegetativi) non hanno avuto seguito e sono rimasti sulla carta.

Gestionali. Non è possibile gestire una struttura ospedaliera di questa portata insieme agli altri ospedali provinciali. È necessaria una governance dedicata, un management attrezzato per affrontare le nuove sfide.

Professionali. La nuova missione potrebbe valorizzare meglio il patrimonio umano esistente ed attrarre nuove professionalità nel campo della cura, della riabilitazione e della ricerca scientifica ricercando le opportune partnership. La Mission dell’ Irccs Morelli di Sondalo potrebbe essere quella di: erogare prestazioni di cura, diagnosi e di ricerca nel campo dell’alta riabilitazione; di favorire la ricerca scientifica nel settore delle malattie polmonari e cardiovascolari ; di promuovere la formazione degli operatori sanitari anche dei Paesi poveri.

Alla Fondazione dovrebbero partecipare Il Ministero della Sanità, la Regione Lombardia, la Provincia di Sondrio, l’Unione dei Comuni di Valtellina e Valchiavenna, Centri universitari da individuare ed i privati (ad esempio le industrie biomedicali operanti in Valtellina, o enti che operano con i Paesi in via di sviluppo e l’Istituti di Ricerca ).

 

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

17 Febbraio 2008 festa dell'indipendenza del Kosovo.

Social

newFB newTwitter