Sondrio , 09 gennaio 2019   |  

Piante di olivo per recupero terrazzamenti abbandonati

Riparte la seconda edizione del bando della Comunità Montana

17df9e1c300473280c0a421f2451da30 orig

Un anno dopo aver lanciato per la prima volta un’iniziativa unica nel suo genere per la provincia di Sondrio, che aveva ottenuto un successo oltre le aspettative, la Comunità Montana di Morbegno la ripropone per il 2019 con l’obiettivo di strappare all’abbandono altre aree incolte, recuperandole sia dal punto di vista paesaggistico che sanitario.

Il bando, analogamente alla sua prima edizione, prevede la vendita a prezzo agevolato di piantine di olivo, formazione e assistenza tecnica, dalla piantumazione alle pratiche colturali, in collaborazione con la Fondazione Fojanini.

Lo scorso anno erano state richieste 1100 piantine che hanno consentito il recupero di quasi trentamila quadrati di incolti sul versante retico della Bassa Valtellina. 

Il bando, infatti, prevede una serie di regole a partire dall’obbligatorietà di mantenere la coltivazione per cinque anni fino al divieto di sostituire frutteti e vigneti con oliveti e di trasformare il bosco. Sono inoltre esclusi i terreni del fondovalle e quelli configurati come giardini e pertinenze di abitazioni.

A beneficiare dell’iniziativa sono soltanto i conduttori di terreni abbandonati e incolti del versante retico nei comuni di Dubino, Mantello, Mello, Cercino, Cino, Civo, Dazio, Morbegno, Ardenno, Buglio in Monte e Traona. La superficie minima da impiantare dovrà essere di 250 metri quadrati per un minimo di 10 piante e fino a un massimo di 30 in proporzione alla superficie. La Fondazione Fojanini ha selezionato le varietà di olivo che meglio si adattano al suolo e al clima della Bassa Valtellina: Leccino, Pendolino, Casaliva, Maurino, Moraiolo.

L’attività di formazione prevede una serie di incontri tecnici, di lezioni sul campo e di visite che consentiranno ai partecipanti di accrescere le loro conoscenze sulle pratiche di coltivazione dell’olivo, sulla messa a dimora delle piante, sulla potatura e anche sulla trasformazione del prodotto. Le iniziative saranno gratuite: obbligatorie per i nuovi beneficiari e aperte anche ai proprietari degli impianti già esistenti.

La prima giornata di studio è in programma sabato 19 gennaio, a partire dalle ore 9, e vedrà gli interventi di esperti del settore olivicolo lombardo. Per l’occasione è stato indetto il primo concorso degli oli extravergini di oliva della provincia di Sondrio: i partecipanti dovranno consegnare i campioni entro le ore 12 di lunedì 14 gennaio. Il concorso e la valutazione degli oli forniranno importanti indicazioni sulla qualità del prodotto locale e sul suo miglioramento.

« Ci attendiamo un buon risultato anche da questa seconda edizione del bando - conclude il presidente Borromini -. Il nostro obiettivo è quello di recuperare i terreni abbandonati e di arrestare il degrado del versante retico che è causa di numerosi problemi, idrogeologici e sanitari. Terrazzamenti curati e coltivati rappresentano inoltre un biglietto da visita per il nostro turismo: abbiamo il dovere di preservare il nostro patrimonio naturalistico. Come ente pubblico garantiamo sostegno e assistenza ma tocca ai proprietari farsene carico, quindi mi auguro che siano in molti a cogliere questa occasione».

Le domande potranno essere presentate alla Comunità Montana di Morbegno a partire dal 14 Gennaio e fino al 15 Febbraio 2019. I moduli saranno reperibili presso gli uffici e sul sito internet dell’ente "www.cmmorbegno.it" e nei Comuni del mandamento.

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

21 Gennaio 1982 i carabinieri Giuseppe Savastano ed Euro Tarsilli vengono assassinati da esponenti dei Comunisti Organizzati fermati per un controllo

Social

newFB newTwitter