Sondrio , 14 maggio 2018   |  

Progetto civico di Provera per una nuova Sondrio

Più spazio ai cittadini senza i partiti per un programma amministrativo che punta a costruire una nuova Sondrio: più moderna, sicura, solidale e aperta al mondo

Provera1

Fiorello Provera

Con la presentazione delle liste all’Ufficio protocollo del Comune, tra la mattinata e il pomeriggio di oggi, è stato ufficializzato il progetto civico, l’unico in lizza per Sondrio senza i partiti, che candida a sindaco l’ex presidente della Provincia, senatore, deputato ed europarlamentare Fiorello Provera. Quattro le liste che lo appoggiano, oltre alla sua, “Provera per Sondrio”, “Crescere con Sondrio”, con capolista Luca Zambon, “Noi per Sondrio”, guidata da Gerlando Marchica, e “Sondrio 4.0” con a capo Simone Del Marco.

Quattro liste per 107 candidati consiglieri, 48 donne e 59 uomini, di età compresa fra i 19 e gli 83 anni, con competenze diverse: dagli studenti ai pensionati, dagli impiegati agli artigiani, dai commercianti ai liberi professionisti, dagli artisti agli avvocati fino agli operai, agli insegnanti e agli esercenti pubblici.

Il programma amministrativo è il risultato dei contributi venuti dai cittadini durante la prima serie di incontri pubblici organizzati nelle frazioni e in città, a partire dallo scorso mese di aprile: piccoli e grandi problemi da risolvere, esigenze da soddisfare, desideri da realizzare sono stati recepiti per essere riuniti alle idee e ai progetti di “Provera per Sondrio”.

L’obiettivo dichiarato è quello di costruire una nuova Sondrio: più moderna, sicura, solidale e aperta al mondo. Fermare il declino e ridare vitalità a una città spenta che ha rinunciato alle sue ambizioni, creando nuove opportunità per i giovani, garantendo la sicurezza, sostenendo le famiglie, rivitalizzando il commercio. Un programma con una visione chiara, quella di un ruolo centrale per Sondrio nello scenario provinciale, ma senza voli pindarici, che mette al bando le promesse irrealizzabili e si concentra sulla soluzione dei problemi.

Un progetto civico, soprattutto, che affida ai cittadini il ruolo di attori protagonisti del cambiamento: «Un sindaco forte, una giunta competente e un consiglio comunale nel quale sono rappresentate sensibilità diverse - spiega il candidato sindaco Provera - non possono bastare a ottenere risultati importanti, serve la collaborazione dei cittadini. Tutte le rivoluzioni della storia sono nate dal basso: il cambiamento che auspichiamo deve venire dalla gente. Per questo motivo il nostro è un progetto civico che non ha né padroni né padrini, che non deve sottostare alle richieste dei partiti: saremo liberi di agire nel solo interesse dei cittadini e della città. Questa è la nostra forza».

A partire da lunedì 22 Maggio, il candidato sindaco, insieme ai rappresentanti delle liste civiche che lo appoggiano, presenterà il programma durante una serie di incontri pubblici, tornando, come promesso a suo tempo, nelle frazioni e in città per dialogare con i cittadini.

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

22 Ottobre 1866 – Annessione attraverso plebiscito del Veneto, a seguito della sua cessione dalla Francia all'Italia avvenuta il 19 ottobre 1866

Social

newFB newTwitter