Sondrio , 21 luglio 2019   |  

Sono passati 75 anni dall'attentato fallito a Hitler

Era il 20 luglio del 1944 quando il colonnello Claus Schenk Graf von Stauffenberg riuscì a depositare una bomba nella sala delle conferenze a Rastenburg, l’obiettivo? Uccidere Adolf Hitler. Sono passati 75 anni.

360px Bundesarchiv Bild 146 1972 025 10 Hitler Attentat 20. Juli 1944

Era il 20 luglio del 1944 quando il colonnello Claus Schenk Graf von Stauffenberg riuscì a depositare una bomba nella sala delle conferenze a Rastenburg, l’obiettivo? Uccidere Adolf Hitler. Sono passati 75 anni.

Il mondo, ma in particolare l’Europa e la Germania erano ben consapevoli che il nazionalsocialismo era per certo un nazionalismo e per nulla un socialismo: non si cercò mai di promuovere radicali riforme sociali, la ferocia razzista si manifestò senza discriminazioni e la persecuzione antisemita fece perdere alla Germania alcuni dei più grandi scienziati tedeschi (tra cui Einstein). Nel 1941 era chiaro che Hitler avesse perso qualsiasi contatto con il popolo il suo interesse era soltanto di tipo militare, il suo quartier generale era nella Wolfsschanze, la tana del lupo, a Rastenburg nella Prussia orientale. Ormai in piena Seconda guerra mondiale, il führer non mostro mai nessuna volontà di andare a visitare le città bombardate, o di abbreviare le sofferenze del popolo con una pace che, dopo il massacro di milioni di Ebrei e le esportazioni compiute in tutta Europa, poteva portare solo al crollo del nazionalismo... https://www.osservatore.ch/lattentato-fallito-a-hitler-sono-passati-75-anni_12480.html

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

6 Dicembre 1877 Thomas Alva Edison (Milan, 11 Febbraio 1847 – West Orange, 18 Ottobre 1931) inventa il fonografo.

Social

newFB newTwitter